tree-of-life-42

Tree of Life o Shajarat-al-Hayat, nel Bahrain, è un albero meraviglioso, la cui sopravvivenza è avvolta nel mistero e nella leggenda. Situato a 10 km da Askar e a 3,5 km ad ovest da Jaww, "L'albero della vita" è un esemplare di "Prosopis cineraria" di 400 anni, immerso in una zona desertica completamente priva di una fonte apparente di acqua e di altra vegetazione per chilometri e chilometri.

Questa specie, però, è nota proprio per la sua capacità di adattarsi molto bene ai deserti secchi e prosperare in condizioni aride, con precipitazioni minime di appena 150 millimetri all'anno. Riesce a sopravvivere grazie alle sue profondissime radici, che possono superare i 50 metri di profondità per raggiungere le fonti di acqua che scorrono nel sottosuolo.

Il mistero dell'Albero della Vita del Bahrain, in realtà, è meno enigmatico di quanto si possa pensare. Il terreno su cui cresce, infatti, è solo 9-12 metri sopra il livello del mare e le acque sotterranee in questa zona sono superiori al livello del mare.

Non troppo lontano dall'albero, poi, ci sono dei laghetti con acqua. Anche l'aria umida lo aiuta a approvvigionarsi dell'acqua necessaria, mentre un'ispezione un po' più attenta dei dintorni rivela altri alberi nelle vicinanze. Un albero più piccolo, ad esempio, cresce a circa 850 metri a nord dall'Albero della Vita.

Valutazione: /5 ( Voti)


Le storie locali narrano che L'Albero della Vita sia stato piantato qui nel 1583. Da allora è sopravvissuto fino ad oggi, mantenendo un aspetto invidiabile con tante foglie fresche e verdi, che contrastano con la collina di sabbia su cui cresce e da dove mostra tutta la sua maestosità dinanzi al deserto.

L'albero, visibile da molto lontano, è ormai un'attrazione turistica, in quanto l'unico così grande a essere cresciuto in zona. È visitato da circa 50.000 turisti ogni anno. Sono proprio questi ultimi a danneggiarlo di sovente con intagli e graffiti. Proprio per questo recentemente è stato posizionato un recinto di ferro tutto intorno, necessario a proteggerlo dai vandali che non lasciano in pace la natura nemmeno in mezzo al deserto.

Roberta Ragni

Fonte e foto

LEGGI anche:

- I 10 alberi più strani del mondo

- Pini 'Bristlecone': gli alberi più antichi del mondo

- Gli alberi ricurvi della South Island in Nuova Zelanda

- Crooked Forest: il mistero degli alberi ricurvi in Polonia

- Octopus tree: l'albero sacro degli indiani d'America (FOTO)

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram