tree-of-life-42

Tree of Life o Shajarat-al-Hayat, nel Bahrain, è un albero meraviglioso, la cui sopravvivenza è avvolta nel mistero e nella leggenda. Situato a 10 km da Askar e a 3,5 km ad ovest da Jaww, "L'albero della vita" è un esemplare di "Prosopis cineraria" di 400 anni, immerso in una zona desertica completamente priva di una fonte apparente di acqua e di altra vegetazione per chilometri e chilometri.

Questa specie, però, è nota proprio per la sua capacità di adattarsi molto bene ai deserti secchi e prosperare in condizioni aride, con precipitazioni minime di appena 150 millimetri all'anno. Riesce a sopravvivere grazie alle sue profondissime radici, che possono superare i 50 metri di profondità per raggiungere le fonti di acqua che scorrono nel sottosuolo.

Il mistero dell'Albero della Vita del Bahrain, in realtà, è meno enigmatico di quanto si possa pensare. Il terreno su cui cresce, infatti, è solo 9-12 metri sopra il livello del mare e le acque sotterranee in questa zona sono superiori al livello del mare.

Non troppo lontano dall'albero, poi, ci sono dei laghetti con acqua. Anche l'aria umida lo aiuta a approvvigionarsi dell'acqua necessaria, mentre un'ispezione un po' più attenta dei dintorni rivela altri alberi nelle vicinanze. Un albero più piccolo, ad esempio, cresce a circa 850 metri a nord dall'Albero della Vita.

Valutazione: /5 ( Voti)


Le storie locali narrano che L'Albero della Vita sia stato piantato qui nel 1583. Da allora è sopravvissuto fino ad oggi, mantenendo un aspetto invidiabile con tante foglie fresche e verdi, che contrastano con la collina di sabbia su cui cresce e da dove mostra tutta la sua maestosità dinanzi al deserto.

L'albero, visibile da molto lontano, è ormai un'attrazione turistica, in quanto l'unico così grande a essere cresciuto in zona. È visitato da circa 50.000 turisti ogni anno. Sono proprio questi ultimi a danneggiarlo di sovente con intagli e graffiti. Proprio per questo recentemente è stato posizionato un recinto di ferro tutto intorno, necessario a proteggerlo dai vandali che non lasciano in pace la natura nemmeno in mezzo al deserto.

Roberta Ragni

Fonte e foto

LEGGI anche:

- I 10 alberi più strani del mondo

- Pini 'Bristlecone': gli alberi più antichi del mondo
- Gli alberi ricurvi della South Island in Nuova Zelanda
- Crooked Forest: il mistero degli alberi ricurvi in Polonia

- Octopus tree: l'albero sacro degli indiani d'America (FOTO)

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram