Quinto conto energia: ecco come richiedere gli incentivi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quinto conto energia. Da ieri è in vigore il nuovo sistema di incentivi per il fotovoltaico. Il Gestore dei servizi energetici ha già messo a disposizione il portale per la presentazione delle richieste di incentivazione.

L’invio delle richieste di ammissione agli incentivi dovrà avvenire solo per via telematica tramite il sito https://applicazioni.gse.it. Per rendere ancora più semplici le procedure di registrazione, il Gse ha fornito anche un manuale utente.

Ormai è partita la corsa al fotovoltaico visto che le risorse a disposizione sono piuttosto esigue. E mentre c’è chi pensa che i nuovi incentivi dureranno solo pochi mesi, il florido mercato del fotovoltaico si trova a fare i conti con sempre nuove difficoltà e cambiamenti normativi, dalla norma CEI al nuovo sistema incentivante appena entrato in vigore.

Riccardo Filosa, Director Sales di Power-One, ha lamentato le difficoltà che incombono sul settore. “La questione Quinto Conto Energia – spiega – presenta elementi di estrema criticità e causerà serie conseguenze per le industrie e per tutti gli operatori del settore fotovoltaico italiano. Power-One ha già espresso in modo chiaro la propria posizione, non c’e’ alcuna giustificazione ad un taglio netto del mercato di riferimento come quello che ha impostato il ministero per lo Sviluppo Economico con il V Conto Energia. Senza mercato non esiste alcuna possibilità di sviluppo, per nessuno“.

Fin dall’inizio le associazioni e gli operatori del settore hanno espresso le loro perplessità sul nuovo conto energia, non solo per la riduzione delle tariffe incentivanti ma anche per l’esiguità del plafond di spesa messo a disposizione che ha generato una vera e propria corsa agli impianti.

Ciò non è bastato. Il Quinto conto energia è ormai realtà. Finché dura…

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook