Quinto conto energia: i dubbi dopo la pubblicazione della graduatoria

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quinto conto energia. Lo scorso 24 settembre, il Gestore dei servizi energetici ha reso nota la graduatoria degli impianti fotovoltaici iscritti al Registro in posizione tale da rientrare nei limiti di costo e al tempo stesso l’elenco degli impianti esclusi dalla graduatoria in assenza dei requisiti necessari.

Fermo restando che l’ammissione in graduatoria non garantisce l’accesso agli incentivi che, come spiega il Gse, rimane subordinato alla verifica del rispetto degli altri requisiti previsti dal Decreto e dal quadro normativo di riferimento. Stando ai dati, sono 3.600 gli impianti in graduatoria che risultano in posizione utile. Di essi però, circa 600 erano già in esercizio e non avevano potuto accedere al Quarto conto energia per la sua prematura fine.

Ma non sono tutte buone notizie. TER (Associazione Tecnici Energie Rinnovabili) ed MSA (Movimento per lo Sviluppo delle energie Alternative) con un comunicato congiunto hanno espresso i loro timori riguardo a quanto è emerso dalla prima graduatoria.

In primo luogo, le due associazioni hanno evidenziato “l’enorme contrazione del mercato delle istallazioni di taglia piccola industria/condominio” ossia quelle tra i 400 kW e i 20-30 kW. Si parla di una riduzione del 75%. La causa? I numerosi ostacoli e l’elevata incertezza di alcune regole di accesso tra cui l’obbligo di certificazione energetica, “per il quale i chiarimenti richiesti sono arrivati solo a registro chiuso”.

Un registro aperto troppo presto, dicono, senza dare al mercato il tempo di assorbire le nuove regole ma anche “un registro che non ha generato sufficiente concorrenza, con il risultato di essere semi vuoto (ben 50 milioni non assegnati) e dunque di mancare l’obiettivo di selezionare le iniziative migliori“.

Lamentano le associazioni che dal 2005 ad oggi non era mai capitato che le richieste di incentivazione per grandi impianti risultassero inferiori a quanto concesso dai Decreti Conto Energia. Per questo, infatti, hanno definito il Quinto conto energia “un evidente fallimento“.

Intanto il contatore del Gse segna 6 miliardi e 343 milioni di incentivi erogati.

Sempre più vicini alla fine.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook