Fotovoltaico: la produzione degli impianti in Italia ha raggiunto 10.796 GWh

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quinto conto energia. Continua la corsa all’incentivo per il fotovoltaico. Quest’ultimo, secondo il Gse, nel nostro paese ha fatto registrare una crescita molto alta. Negli ultimi sei anni il numero di impianti è sempre raddoppiato rispetto all’anno precedente, fino a superare i 335mila impianti nel 2011.

Buona notizia, peccato però che gli incentivi, che hanno sicuramente avvantaggiato il settore, sono ormai in dirittura d’ arrivo. Il famigerato contatore del Gse sembra ormai una clessidra, pronta a scandire il tempo che manca da oggi alla fine del bonus per chi decide di adottare questa soluzione green.

Di certo i numeri vanno in tutt’altra direzione. Secondo quanto rivela il Gestore dei Servizi Energetici nel suo Rapporto Statistico degli impianti a fonti rinnovabili del 2011, lo scorso anno l’Italia è stato il quarto Paese per produzione da fonti rinnovabili nell’Europa dei 15. Il primato continua ad essere detenuto da Germania, Spagna e Svezia. Ma il Bel Paese ha superato la Francia. Ma non solo. Nel 2011 l’Italia ha superato l’obiettivo nel settore elettrico del 19,6% indicato nel Piano di Azione Nazionale, raggiungendo il 23,5%.

Quanti sono gli impianti fotovoltaici nel nostro paese? Al 31 dicembre 2011, gli impianti fotovoltaici installati in Italia erano 330.196 con una potenza efficiente lorda pari a 12.773 MW. Il parco degli impianti fotovoltaici è costituito principalmente da impianti incentivati con i vari conto energia e da altri impianti, installati prima dell’avvento di tali incentivi, che nella maggior parte dei casi godono dei Certificati Verdi o di altri bonus. Da qui si evince l’importanza avuta dai sistemi incentivanti per lo sviluppo del settore.

Secondo il Gse, inoltre, nel 2011 la crescita degli impianti è stata straordinaria. La consistenza è aumentata di ben 174.219 unità, più che raddoppiando il numero degli impianti esistenti a fine 2010 sul territorio nazionale. E la potenza installata è quasi quadruplicata rispetto al 2010.

Quali impianti hanno avuto l’incremento maggiore? Quelli tra 1 e 5 MW (+400%): la taglia media degli impianti tra 1 e 5 MW, rispetto al 2010, è aumentata del 18% passando da una media di 1,9 MW a circa 2,3 MW. La taglia media degli impianti sopra i 5 MW è invece diminuita del 27%, passando da 12,7 MW a 9,2 MW.

E dove si concentra la maggiore capacità installata? Per il 43% al Nord, il 38% al Sud e il 19% al Centro. Ma la Puglia è in testa con il 17,1%, seguita dalla Lombardia con il 10,3%. In evidenza rispetto al 2010, le Marche con il 6,2% e la Sicilia con il 6,8%. In controtendenza il Trentino Alto Adige che scende dal 4,9% dell’anno passato al 2,3% del 2011.

Il fotovoltaico è stato dunque il settore di punta tra le rinnovabili. Lo dicono i numeri: nel 2011 la produzione degli impianti fotovoltaici in Italia ha raggiunto 10.796 GWh con un incremento del 466% rispetto all’anno precedente. E in soli cinque anni, è aumentata di circa 280 volte.

Un balzo in avanti che non deve essere frenato.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook