EDF Group (Ri)sbarca in Italia alla conquista del settore fotoovoltaico con EDf ENR Solare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Dopo aver costituito insieme a Enel una joint venture denominata “Sviluppo nucleare Italia”, il gruppo francese EDF (Electricitè de France) sbarca una seconda volta nel Belpaese. Questa volta però, non si tratterà di gestire il rilancio dell’energia atomica, ma di investire in quella solare. EDF – o meglio, la sua costola EDF ENR Énergies Nouvelles Réparties – ha infatti costituito, insieme alla società italiana E++, una terza società, la EDF ENR Solare – presentata ieri – con lo scopo dichiarato, come si legge nel comunicato stampa, di fatturare “oltre 100 milioni di euro” nell’arco di tre anni.

Ambiziosi? Dipende. Il gruppo EDF non è certo un’azienda sprovveduta: come si legge nel sito internet, alla pagina “Our Group”, uno dei suoi tre obiettivi principale è leading the nuclear revival, ovvero guidare la rinascita del nucleare. Rinascita che, salvo eventuali proteste, avverrà prima di tutto in Italia, in conseguenza della legge 99/2009 del governo Berlusconi. E questo grazie, anche, a un’azienda come Enel, che, proprio come la compagna francese EDF, ha da poco creato varie “costole” con cui affrontare il settore delle energie rinnovabili. Enel Greenpower, ad esempio, che proprio in questi giorni sta lanciando le sue azioni sul mercato nient’altro che una società del gruppo Enel; oppure Enel.si, a sua volta società di Enel Greenpower (in pratica, una società della società della società).

Si sa, gli affari sono affari, ma il panorama – società che si sdoppiano o triplicano per soddisfare mercati così distanti tra loro, per non dire agli antipodi – non è certo rassicurante. Dal canto suo, la neonata EDF ENR Solare, che ha sede a Rivoli (Torino), e promette oltre che di “essere chiara come il sole“, di creare un centinaio di posti di lavoro entro la fine del 2011, e questo è senz’altro un bene. Per il resto, il mercato di riferimento sarà costituito da impianti fotovoltaici di potenza compresa tra 1 Kw e 5 Mw, e, almeno fino al 2011, l’area d’interesse sarà esclusivamente il Nord-ovest dell’Italia. A partire dal prossimo anno, l’offerta verrà via via estesa all’intera penisola. Con buona pace delle piccole e medie imprese nostrane.

Roberto Zambon

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook