piano_strategico_nazionale_Romani

La nuova strategia energetica nazionale diventata urgente dopo l’esito dei referendum che ha escluso l’energia nucleare dai piani dell’Italia, ma anche con l’avvio del quarto conto energia sarà presentata entro il 15 settembre. O almeno una sua prima bozza.

Questa la promessa del ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani assicurando che il testo definitivo verrà proposto al paese all’Europa “nella seconda metà di novembre”.

Dopo lo stallo causato al settore delle rinnovabili con il Decreto Romani e il conseguente Quarto Conto Energia che ha fatto discutere e continua a farlo per via dell’iscrizione al registro dei grandi impianti, le parole del ministro sembrano aprire nuove prospettive per il fotovoltaico e in generale per le fonti rinnovabili.

«Solo negli ultimi due mesi – commenta Paolo Romani – sono entrati in esercizio oltre 600 megawatt di energia prodotta da fotovoltaico, portando il nostro paese ad avere una forte leadership nel comparto».

Ed effettivamente, pure nelle polemiche e nelle rettifiche della graduatoria, dopo la pubblicazione del Quarto Conto Energia sono state circa 5mila (per oltre 6mila megawatt) le domande di richiesta di iscrizione al Registro dei grandi impianti inviate al GSE. Una volta entrati in funzione tali impianti si aggiungeranno agli oltre 250mila già in opera superando così gli 8.600 megawatt di potenza installata, oltre l’obiettivo fissato.

Un piano energetico che non potrà non tenere conto anche delle bollette energetiche e la tanto criticata componente A3, quella degli oneri per le fonti rinnovabili, aumentata da 16,65 euro per megawatt del primo trimestre 2011 agli attuali 26,14 euro come deciso dall’Autorità lo scorso 28 gugno, In suo nome il ministro aveva riformato la normativa sugli incentivi al fotovoltaico che tanto avevano fatto imbufalire le associazioni di settore.

Per il ministro Romani è necessario «proseguire sulla strada intrapresa e con la decisione di adeguare il nostro meccanismo di incentivi a quello degli altri paesi europei, prendendo come modello di riferimento quello tedesco. Tutto questo all'interno di una strategia energetica che verrà delineata» a partire dal prossimo settembre quando verrà convocata la Conferenza nazionale sull'energia".

monge

Monge

10 cose da sapere prima di accogliere un cucciolo in casa

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram