fairtradeGuatemalaA pochi giorni dalla Giornata mondiale del commercio equosolidale che si è festeggiata domenica, la Commissione europea ha adottato una nuova comunicazione sul fair trade, prendendo in esame la situazione attuale di questo mercato - cresciuto del 70% negli ultimi dieci anni - e la capacità, da parte dei consumatori, di sostenere i progetti di sviluppo attraverso le loro scelte di acquisto consapevoli.

Infatti questo tipo di commercio ha svolto un ruolo fondamentale nella diffusione dei principi di responsabilità, trasparenza e solidarietà tanto nel campo sociale quanto in quello ambientale, i quali hanno influenzato gli altri operatori. Il Parlamento europeo aveva già adottato il "rapporto Schmidt" sul commercio equo nel 2006 nel quale, oltre a sottolineare l'importanza dell'attività di sensibilizzazione dei cittadini, si evidenziava la necessità di una chiara regolamentazione e dell'adozione di criteri di certificazione comuni per garantire produttori e consumatori.

L'UE sostiene finanziariamente il commercio equo attraverso gli strumenti di cooperazione allo sviluppo: fra il 2007 e il 2008 sono stati stanziati 19,466 milioni di euro nell'ambito dell'azione di cofinanziamento con le ONG (Organizzazioni Non Governative) per facilitarne lo sviluppo nel settore rurale; per il periodo 2008-2009 è stato aggiunto un ulteriore contributo di un milione di euro all'anno. La Commissione ha anche rimarcato l'importanza di mantenere e difendere la natura non governativa del commercio equo, poiché si ritiene che una regolamentazione di tipo pubblico rischierebbe d'impedire il buon funzionamento dei sistemi privati; allo stesso tempo, tuttavia, ha evidenziato che la molteplicità degli operatori spesso può creare confusione nei consumatori.

In questo senso, "dare seguito alla comunicazione del 1999 con l'adozione di una sola etichetta attraverso un solo ente di certificazione indipendente, come Fairtrade, è stato un successo" ha commentato Catherine Ashton, commissario Ue al commercio. Per consolidare questi risultati è già allo studio - in collaborazione con l'UNCTAD, la Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo - il progetto di un portale internet dove raccogliere e confrontare tutte le informazioni.

Simona Calissano

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog