proroga conto energia

Quest'anno, almeno per chi ha un impianto fotovoltaico in corso di installazione, Babbo Natale non è arrivato con la consueta slitta, bensì con il Decreto Milleproroghe, approvato nel Consiglio dei MInistri di ieri. I proprietari di impianti fotovoltaici, infatti, hanno trovato sotto l'albero un mese di tempo in più per poter usufruire degli incentivi del Conto Energia 2010.

Dopo il differimento dei termini di entrata in vigore del nuovo sistema Sistri per la tracciabilità dei rifiuti (spostato da Gennaio a Giugno 2011), c' è stata una ulteriore proroga, questa volta riguardante la produzione di energia elettrica da fotovoltaico: anziché entro la fine dell'anno, infatti, ci sarà tempo fino al 31 Gennaio 2011 per presentare la dichiarazione di fine lavori, e la relativa asseverazione di un tecnico abilitato, agli organi competenti. In questo modo potrà essere fatta, tramite il portale web del Gse, la domanda per usufruire dei benefici del Conto Energia 2010, più vantaggiosi (di circa il 15-20% a seconda della tipologia e della potenza dell'impianto) rispetto alle nuove tariffe incentivanti previste dal Conto Energia 2011 che, dunque, saranno applicate per gli impianti ultimati da febbraio in poi.

È probabile che la decisione di concedere un mese di tempo in più sia stata presa per evitare "ingolfamenti" , problemi tecnici e malfunzionamenti del sistema, oltre che per facilitare imprese e committenti con i lavori in corso. Come affermato dallo stesso Gse, infatti, in questi ultimi giorni dell'anno ci si attendeva una vera e propria corsa all'incentivo.

Resta fermo, tuttavia, il termine del 30 Giugno 2011 entro il quale gli impianti, completati entro gennaio, dovranno in ogni caso entrare materialmente in funzione e produrre energia elettrica.

Oltre alla proroga riguardante gli impianti fotovoltaici, inoltre, lo stesso Decreto Milleproroghe ha confermato lo stop definitivo, dal primo di gennaio, all'uso dei sacchetti di plastica per fare la spesa. Una limitazione spinta dal Ministro Stefania Prestigiacomo, alla quale è costata qualche dissapore, poi sopito, con i memebri della stessa maggioranza.

Ma il decreto Milleproroghe ha confermato anche il cosiddetto eco-bonus, cioè una serie di incentivi (per l'ammontare complessivo di 30 milioni di euro) per i trasportatori che preferiranno gli spostamenti via mare, quando possibile e su tratte indicate, anziché su strada.

Andrea Marchetti

Leggi tutti i nostri articoli sul Conto Energia 2011

Leggi tutti i nostri articoli sugli incentivi fotovoltaico

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram