Eolico, Aper: l’Italia cresce e raggiunge i 5.000 MW ma è ancora indietro rispetto all’Europa

eolico_aper

La produzione dell’eolico sta crescendo ed è aumentata anche la capacità installata che ha raggiunto circa i 5.500 Mw”. Lo ha fatto sapere Carlo Durante del direttivo dell’Associazione produttori di energia da rinnovabili (Aper) in occasione dell’inaugurazione - avvenuta oggi a Roma - dell’evento ZeroEmission Rome 2010, che ha aperto i battenti con l’ Eolica Expo Mediterranean, un salone dedicato esclusivamente al settore dell’eolico.

E ciò risulta ancora più incoraggiante, se consideriamo che questo slancio registrato dall’industria del vento nel nostro Paese arriva in un anno di crisi economica internazionale.

È un buon dato perché ciò significa che stiamo ancora crescendo di circa 1.000 Mw all’anno, negli ultimi due o tre anni – ha commentato Durante – anche nel 2010 l’andamento degli anni scorsi è confermato e dovremmo finire l’anno a circa 6.000 Mw di capacità eolica installati in Italia. È un buon dato, ma comunque insufficiente rispetto alle altre regioni europee”.


Dai dati resi pubblici da Durante infatti, nel 2010 la Germania crescerà di 8.000 MW sia nell’eolico che nel fotovoltaico, la Spagna ne registrerà 3.000, la Francia – che ha adottato l’eolico solo recentemente – crescerà di 1.000-1.500 MW. A bloccare l’Italia – come sempre – i cavilli e le autorizzazioni che allungano i tempi e frenano gli entusiasmi.

È un male quotidiano di gran parte dei settori industriali italiani – ha detto Durante - non è soltanto un nostro male ma, nel nostro settore, produce tre grandi effetti: un ritardo enorme ed un costo terrificante che comporta ricadute sulle tariffe”.


mediterranea pelle

Mediterranea

Dimmi quanti anni hai e ti dirò di cosa ha bisogno la tua pelle

ecogreen

Ecogreen

La prima sneaker certificata Ecolabel!

whatsapp gratis
corsi pagamento