@Made in Lambrate/Facebook

Yarn Bombing: dal Molise a Milano, la mostra urbana che celebra la creatività dell’uncinetto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il mondo festeggia il Yarn Bombing Day, e Lambrate si colora con le opere di abili “sferruzatrici” e “sferruzatori” che, armati di fili colorati, hanno trasformato il quartiere per uno scopo benefico. Il festival dell’uncinetto dal Molise arriva a Milano

In questo assolato weekend (11-12-13 giugno) Lambrate, quartiere di Milano, ospiterà una speciale edizione Yarn Bombing Festival –  la manifestazione interamente dedicata alle opere d’arte realizzate all’uncinetto organizzata dall’associazione no-profit ‘Yarn Bombing Trivento‘ (Campobasso).

Sarà possibile passeggiare per le strade del centro e ammirare più di 100 splendidi lavori interamente realizzati da artisti del crochet provenienti da diversi paesi del mondo – come Svizzera, Germania, Israele, Lituania, Porto Rico, Russia, Messico e Stati Uniti. Gli obiettivi della manifestazione, come si legge sui social, sono tre: valorizzare il territorio, promuovere l’arte dell’uncinetto e raccogliere fondi da destinare in beneficenza. Il ricavato sarà infatti devoluto alla Caritas Ambrosiana a sostegno dell’Emporio della Solidarietà del Municipio 3. Alla colorata manifestazione hanno partecipato anche volti noti della TV, come Lorenzo Biagiarelli.

Questo perché l’11 giugno, ogni anno, si festeggia il mondo del crochet e della creatività colorata nello Yarn Bombing Day. Tutto ciò che serve per onorare questa festa è un gomitolo di filo, un uncinetto o un paio di ferri, e un pizzico di fantasia per dare forma (morbida!) a cuscini, pupazzi, centrini, sciarpe, capi d’abbigliamento e molto altro. I lavori realizzati vengono poi lasciati in giro per la città, diventando parte dell’arredo urbano.

Non si tratta di un atto di vandalismo, né è un modo per ‘marcare’ il territorio: è creare un senso di appartenenza, di familiarità con la città, e magari valorizzare qualche angolo urbano nascosto e abbandonato con un po’ di colore e morbidezza.

Il primo Yarn Bombing Day ha avuto luogo nel 2011, e da allora il successo di questa iniziativa è cresciuto sempre di più. Con l’avvento dei social network, poi, condividere i propri lavori in questo giorno è diventato ancora più semplice: basta scattare una foto e postarla su Twitter o su Instagram utilizzando l’hashtag #YarnBombingDay:

Fonte: Facebook / Twitter

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Ho 25 anni e sono laureata in Lingue Straniere. Sono da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile. Tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook