World Wildlife 2018: i grandi felini sotto scacco per colpa dell’uomo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 3 marzo è la Giornata Mondiale della Fauna Selvatica. L’edizione 2018 del World Wildlife 2018 è dedicata ai grandi felini, predatori gravemente a rischio. Non a caso il titolo di quest’anno è “I grandi felini: i predatori minacciati”.

I grandi felini sono tra gli animali più noti e ammirati in tutto il mondo. Tuttavia, oggi questi carismatici predatori si trovano a far fronte a molte sfide e minaccia, causate soprattutto dalle attività umane. Nel complesso, le loro popolazioni sono in calo a un ritmo preoccupante a causa della perdita di habitat, conflitti, bracconaggio e commercio illegale.

Ad esempio, le popolazioni di tigri sono crollate del 95% negli ultimi 100 anni e le popolazioni di leoni africani sono diminuite del 40% in soli 20 anni. In particolare oggi il leone vive confinato a sud del Sahara e nel Santuario di Gujarat in India, sottoposto a un tasso di scomparsa del 43% negli ultimi 21 anni.

Ma sono in corso una serie di misure per arrestare questo declino. Si tratta di predatori al vertice delle catene alimentari e salvarli significa proteggere un’intera e complessa rete vitale.

La Giornata Mondiale della Fauna Selvatica è quindi un’occasione per celebrare le molte belle e varie forme di fauna e flora selvatiche e per aumentare la consapevolezza della moltitudine di benefici che la conservazione offre all’uomo. Allo stesso tempo, la Giornata ci ricorda l’urgente necessità di intensificare la lotta contro il crimine che colpisce la fauna selvatica e la riduzione delle specie indotta dall’uomo, con i suoi impatti di vario genere, economici, ambientali e sociali.

Nel tentativo di raggiungere il più vasto pubblico possibile, viene utilizzata la definizione estesa di grandi felini, che comprende non solo leoni, tigri, leopardi e giaguari ma anche ghepardi, leopardi delle nevi, puma, leopardi nebulosi, ecc. Queste specie vivono in Africa, Asia, Nord, Centro e Sud America.

Nel secolo scorso abbiamo perso tanti grandi felini, per questo il World Wildlife Day 2018 offre l’opportunità di sensibilizzare sulla loro situazione e di stimolare il sostegno alle numerose azioni globali e nazionali per salvaguardare queste specie iconiche.

wwd2018 2

Un problema che riguarda anche l’Italia, come ricorda il WWF che ha posto l’attenzione sui felini di casa nostra: linci e gatti selvatici.

“Forse vivono ancora meno di 10 esemplari di lince (Lynx lynx) in tutta Italia, provenienti in gran parte dalle più abbondanti popolazioni slovena e svizzera: un numero davvero esiguo per una specie così importante negli equilibri dei territori naturali. Mentre la cugina spagnola (Lynx pardinus) dopo aver rischiato l’estinzione sta finalmente dando segni di ripresa, nel nostro paese la mancanza di corridoi naturali, la frammentazione del territorio e le trappole sono un rischio concreto per un animale tanto elusivo quanto affascinante” spiega l’associazione. “Un altro felino altrettanto elusivo è il gatto selvatico (Felis silvestris): per questo animale, sebbene più comune della lince, mancano ancora censimenti esaustivi”.

Il CITE e il Jackson Hole Wildlife Film Festival si sono uniti per organizzare un festival cinematografico internazionale per i grandi felini del mondo, per accrescere la consapevolezza globale delle sfide critiche che affrontano specie iconiche.

wwd2018 cover

Si tratta di storie positive su giaguari, leopardi, leoni, puma, tigri e altro disponibili in alcuni cinema ma anche per i dispositivi mobili.

Cosa possiamo fare?

“Conosci i grandi felini e scopri le sfide che stanno affrontando e come puoi aiutarli. Condividi ciò che hai imparato con i tuoi amici e familiari. Diffonde le conoscenze specialmente ai bambini e ai giovani. Sono i futuri leader della conservazione della fauna selvatica e meritano un futuro in cui noi umani viviamo in armonia con la fauna selvatica che condivide il pianeta con noi” si legge sul sito ufficiale.

L’invito è quello di condividere sui social i poster e gli altri materiali presenti su questa pagina oppure di scattare una foto con le action card pubblicandole usando gli hashtag #WorldWildlifeDay, #BigCats, #PredatorsUnderThreat, # WWD2018, #DoOneThingToday, #iProtectBigCats.

LEGGI anche:

Il 3 marzo in tutto il mondo si svolgeranno numerosi eventi. Scopri quello più vicino a te.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook