@Fondazione Giovanni Falcone/Facebook

Strage di Capaci: 29 anni dopo l’Italia ricorda Giovanni Falcone e la sua lotta quotidiana contro la mafia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

29 anni anni dopo l’Italia ricorda quel terribile 23 maggio 1992 che cambiò per sempre la storia del nostro Paese. Quel giorno la mafia assassinò il magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre uomini della scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Ma l’Italia non dimentica. E per celebrare Falcone e la sua lotta quotidiana contro la criminalità organizzata è previsto un programma ricco di appuntamenti a cui parteciperanno cittadini, studenti e figure istituzionali, a partire dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

La cerimonia solenne a Palermo

Avrà inizio alla banchina del porto di Palermo, dove ogni anno attraccava la Nave della Legalità, la manifestazione dal titolo “Di cosa siamo Capaci”, organizzata dalla Fondazione Falcone e dal Ministero dell’Istruzione per il 29esimo anniversario della strage di Capaci. Le delegazioni delle scuole, provenienti da varie parti della Sicilia, s’incontreranno alle 8.10 al molo  e un’orchestra di studenti dell’Istituto Regina Margherita si esibirà alla presenza del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e della presidente della Fondazione Falcone, Maria Falcone. 

La giornata  proseguirà nell’aula bunker del carcere Ucciardone, dove interverranno il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il ministro della Giustizia Marta Cartabia, il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna e il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Alla cerimonia, durante la quale verranno premiati gli studenti vincitori del concorso “Cittadini di un’Europa libera dalle mafie”, parteciperà anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L’iniziativa sarà chiusa al pubblico a causa delle restrizioni anti-Covid, ma sarà trasmessa in diretta su Raiuno e sulla pagina Facebook della Fondazione Falcone. 

Il momento conclusivo delle celebrazioni si terrà sotto l’albero dedicato a Falcone, il ficus che cresce a pochi metri dal palazzo dove abitava il magistrato. Intorno alle 18.00 verrà rispettato un minuto di silenzio in onore delle vittime della mafia e verranno letti i nomi delle vittime delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio. 

Lenzuoli bianchi ai balconi per dire no alla mafia 

Per ricordare il grande magistrato palermitano e tutte le altre vittime della mafia, la Fondazione Falcone ha lanciato la campagna #unlenzuolocontrolamafia, invitando tutti i cittadini ad appendere un lenzuolo bianco al balcone in occasione dell’anniversario della strage di Capaci. 

La campagna è partita l’1 maggio con un video della Fondazione Falcone, con immagini storiche della Rai e altre delle ultime manifestazioni. All’iniziativa hanno aderito anche alcuni testimonial del mondo della musica e dello spettacolo, tra cui Ligabue, Nino Frassica e Cristiana Capotondi.

Fonte: Fondazione Falcone/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook