Sciopero globale per il clima: piazze di tutto il mondo gremite per il Global climate strike

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi è ufficialmente iniziato il Global climate strike, il secondo sciopero mondiale frutto del movimento Fridays For Future.

Una mobilitazione globale che per tutta la settimana vedrà coinvolte migliaia di persone in 150 Paesi nel mondo con scioperi, manifestazioni, iniziative ed eventi a sostegno dell’ambiente e contro i cambiamenti climatici.

Greta Thunberg guiderà le manifestazioni a New York, dove sono attesi oltre un milione di partecipanti, mentre già migliaia di persone sono già scese in piazza in Australia, India, Indonesia e Thailandia. Tra i manifestanti tantissimi studenti, giovani e giovanissimi che hannoa cuore il loro futuro e vogliono lottare per difenderlo.

“Foto incredibili dalla manifestazione in Australia per il #climatestrike. È ancora notte a New York, quindi per favore condividete quante più foto potete dei cortei che si muovono dall’Asia all’Europa e l’Africa”, ha scritto la giovane attivista svedese su Twitter.

Secondo le stime in Australia sono 300mila i manifestanti che stanno partecipando ai cortei, ma il numero è destinato a crescere di molto poiché considera solo sette delle 110 città in cui si sta svolgendo la mobilitazione.

I manifestanti chiedono ai governi e alle organizzazioni internazionali che l’ambiente venga messo al primo posto e che si adottino al più presto misure efficaci per rimediare agli effetti disastrosi del riscaldamento globale.

Le prime cose da fare secondo il movimento sono smettere di investire in combustibili fossili e iniziare a tutelare le foreste, come spiega la stessa Greta insieme al giornalista George Monbiot in un cortometraggio pubblicato ieri.

Tra i 150 Paesi che parteciperanno oggi al Global climate strike anche Giappone, Turchia, Filippine e Birmania.

Oltre ai cortei, la settimana di mobilitazione prevede numerosi eventi e iniziative: sit-in, concerti e assemblee saranno organizzati in oltre 2000 città nel mondo. A questo link la mappa con tutti gli appuntamenti previsti durante questi sette giorni dedicati al clima.

Chi non potrà partecipare agli eventi potrà aderire aggiungendo uno stickers alla propria immagine profilo sui Social Network, aggiungendo un banner al proprio sito e condividendo l’hashtag #ClimateStrike. Tutto il materiale è disponibile sul sito ufficiale a questo link.

Una mobilitazione enorme che terminerà il 27 settembre con una nuova manifestazione mondiale durante la quale anche gli italiani scenderanno in piazza.

Lo stesso giorno, Greta chiuderà il Global Climate Strike in Canada.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Photo credit: The Guardian

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook