“Game for the Future”: in arrivo una maratona per realizzare un videogioco sul tema della sostenibilità ambientale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sta per tornare in un’edizione speciale RomeVideoGameLab, la prima manifestazione italiana dedicata agli applied games, simulazioni virtuali interattive della realtà che si pongono obiettivi educativi, formativi, di marketing e di sensibilizzazione socio-culturale. L’edizione 2020, in programma dal 4 al 7 novembre, si svolgerà negli studios di via Tuscolana ma anche on line per dare la possibilità di partecipare a più persone, viste le restrizioni legate alla pandemia. Quest’anno il festival laboratorio, promosso dall’Istituto Luce Cinecittà, rivolgerà particolare attenzione al tema dell’ambiente e dei cambiamenti climatici. Per sensibilizzare i giovani sulla questione della sostenibilità ambientale la manifestazione propone la Game Jam “Game for the Future”, organizzata dall’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Gli organizzatori hanno ideato un seminario interattivo, accompagnato da una maratona di 48 ore, in cui sarà pianificato e realizzato un prototipo giocabile di videogioco (con finalità educative e di sensibilizzazione) legato alla questione ambientale. L’obiettivo della Game Jam è quello di rendere protagoniste le giovani generazioni, stimolando la loro creatività, per dare risposte digitali alle grandi questioni della nostra era.

Nello spirito di condivisione della Game Jam, i prototipi verranno rilasciati sotto licenza Creative Commons e potranno essere distribuiti sui canali web e social dei promotori e partner tra cui greenMe, l’Agenzia Nazionale per i Giovani e RomeVideogameLab. L’Istituto Luce Cinecittà ha messo a disposizione buoni per un valore di 200 euro per ogni singolo membro del team che affronterà il tema in modo più originale e/o che realizzerà il prototipo più efficace.

Destinatari della Game Jam “Game for the Future”

La Game Jam prevede il coinvolgimento di 70 giovani, in età compresa tra i 18 e i 30 anni, con background diversificati e con varie competenze, che andranno a formare dei gruppi costituiti da un massimo di 6 membri. Al fine della buona riuscita del processo creativo, i team includeranno diversi ruoli, che corrispondono ai diversi profili per candidarsi a partecipare: programmatori, game Designer, artisti 2D/3D, musicisti e sound Designer e attivisti/esperti di tematiche ambientali.

Come partecipare alla Game Jam

Per candidarsi è necessario compilare il modulo al link http://bit.ly/games4future

Ogni candidato può sottoporre una sola candidatura, riferita ad uno dei ruoli sopraindicati. Le candidature vanno inviate entro e non oltre le ore 12:00 del 27 ottobre 2020. Dopo la scadenza per la candidatura, una Commissione formata da un rappresentante dell’Agenzia Nazionale per i Giovani e dal direttore della Game Jam provvederà a selezionare i partecipanti della Game Jam. I risultati della selezione saranno resi pubblici entro e non oltre il 30 ottobre 2020 sulle pagine www.agenziagiovani.it e www.romevideogamelab.it.

Modalità di svolgimento

A causa dell’emergenza COVID-19, la Game Jam, inizialmente pensata per lo svolgimento in presenza, è stata rimodulata in una forma ibrida che prevede anche la partecipazione online. La parte in presenza sarà organizzata all’interno degli Studi di Cinecittà in via Tuscolana 1055 – Roma nell’ambito del Festival Rome Video Game Lab che si svolgerà dal 4 al 7 novembre 2020.

Saranno coinvolti nella location, in base alle disponibilità di spazi nel rispetto delle norme sanitarie ed alla preferenza espressa, alcuni membri di ogni team (preferibilmente uno per squadra), insieme ai mentor che faciliteranno l’evento. Gli altri jammer parteciperanno online sulle piattaforme indicate dall’organizzazione. I partecipanti saranno impegnati da mercoledi 4 novembre alle ore 10 a venerdì 6 novembre alle ore 14, mentre la premiazione avrà luogo sabato 7 novembre.

L’Istituto Luce Cinecittà metterà a disposizione dei gruppi un’area di lavoro attrezzata con tavoli e sedie, wi-fi, monitor. I costi di viaggio e i pranzi sono coperti interamente dall’organizzazione.

 Fonte: RomeVideogameLab

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook