Puliamo il mondo 2010: lotta dura a tutti i sacchetti di plastica

puliamo-il-mondo-3
Il prossimo week-end del 24, 25 e 26 settembre tornerà la manifestazione Puliamo il mondo 2010, versione tutta nostrana di Clean the word, organizzata in Italia da Legambiente, e quest’anno con la collaborazione della Rai. L’impegno di tutti per ripulire dai rifiuti abbandonati strade, piazze, parchi, spiagge e fiumi sarà anche l’occasione per dichiarare guerra alle buste di plastica attraverso la campagna stop ai sacchetti di plastica!

Nonostante i passi avanti fatti nella raccolta differenziata in tante città – ha dichiarato Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente – purtroppo c’è ancora molto bisogno di Puliamo il Mondo soprattutto in alcuni luoghi e per certi tipi di rifiuti, come la plastica che puntualmente continuiamo a trovare abbandonata quasi ovunque. Dal prossimo gennaio anche l’Italia dovrebbe finalmente bandire l’uso dei sacchetti di plastica ma è concreto il rischio che questo divieto venga nuovamente posticipato. Chiediamo quindi ai cittadini di firmare una petizione perché l’entrata in vigore della legge che vieta l’uso degli shopper non venga prorogata e non c’è migliore occasione di Puliamo il Mondo per farlo”.

Alla campagna possono dare la loro adesione le amministrazioni comunali, associazioni, comitati di quartiere ma anche singoli cittadini (attenzione: possibili locali rinvii in caso di maltempo!). Per partecipare è sufficiente contattare il circolo Legambiente più vicino, telefonare allo 02.45475777, oppure presentarsi direttamente ai banchetti organizzati nelle varie zone coinvolte per ricevere la sacca degli attrezzi e partecipare alle operazioni di pulizia. Tutte le informazioni riguardanti l’iniziativa sono inoltre disponibili sul sito www.puliamoilmondo.it.

Ilaria Brambilla

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

corsi pagamento

seguici su facebook