Orticolario 2019: torna la mostra dedicata a chi vive la natura come stile di vita

orticolario 2019

Orticolario: l’evento culturale e artistico per chi vive la natura come stile di vita è pronto a sorprendere il suo pubblico anche quest’anno dal 4 al 6 ottobre, nel suggestivo parco storico di Villa Erba a Cernobbio, sul Lago di Como, già dimora anche del regista Luchino Visconti.

Ospite d’onore di quest’anno: lo svizzero Paolo Bürgi, architetto paesaggista tra i più apprezzati a livello internazionale, a cui viene assegnato il premio “Per un Giardinaggio Evoluto” 2019.

Il tema di Orticolario 2019

piante-orticolario-2019

L’undicesima edizione di questa meravigliosa mostra di giardinaggio evoluto è dedicata al tema del Viaggio, alle bacche e ai piccoli frutti e si intitola “Fantasmagoria”.

Un’edizione speciale dedicata ad Emilio Trabella, tra i fondatori di Orticolario, paesaggista molto amato, soprannominato da Renzo Piano “l’uomo che sussurra alle piante”.

L’undicesima edizione è il giro di boa verso il secondo decennio dalla fondazione. Una vera sfida per un evento come il nostro, dal doppio valore culturale e sociale. Siamo pronti a iniziare un altro viaggio, a meravigliare e a essere ispirazione, sempre nel segno della bellezza della natura, nostra prima musa ispiratrice”.

Queste sono le parole del fondatore e presidente Moritz Mantero.

Come si svolge l’evento e le installazioni più significative

Un weekend caratterizzato dalle opere e dalle installazioni artistiche ispirate al tema dell’anno, e arricchito da esposizioni di piante rare, insolite e da collezione, ma anche da artigianato artistico, design e laboratori didattico-creativi per i bambini.

Come in ogni viaggio che si rispetti non mancherà “L’Isola del tesoro”, installazione firmata dal paesaggista Vittorio Peretto  e ispirata all’Isolino Virginia (Lago di Varese), il sito Unesco più antico dell’arco alpino.

isola-del-tesoro

Approderemo poi nella mostra dedicata a Ken Scott, lo stilista della modernità e del colore, denominato il “giardiniere della moda”; un personaggio dalla forte personalità che per la sua arte si fece ispirare dai fiori e dai giardini. In Serra Platani quindi ci immergeremo in una rigogliosa foresta tropicale con filodendri, strelizie, felci, in cui verranno accolti i disegni dello “stilista giardiniere” con una serie di foulard in edizione limitata, interpretata e realizzata da Mantero Seta.

Ci imbatteremo nel “Bus Garden” realizzato da Leonardo Magatti, vincitore del concorso “Spazi Creativi” dell’edizione di Orticolario 2018, che quest’anno si è cimentato nella costruzione di un giardino viaggiante allestito su un vero bus ASF Autolinee. Simbolo di unione tra il mondo urbano e il regno vegetale, un’installazione che invita ad un tema quanto mai contemporaneo, ovvero alla riflessione su quanto sia diventata indispensabile un’evoluzione del rapporto uomo-natura, e su quanto sia vitale la presenza delle piante nelle nostre città e nelle nostre case.

BUS GARDEN orticolario 2019

Il Bus Garden di Leonardo Magatti

Punto di partenza per correre poi ad ammirare le installazioni del parco, ispirate al tema scelto e selezionate tramite il concorso internazionale “Spazi Creativi”.

Il concorso Spazi Creativi

Sono otto i finalisti viaggiatori che arrivano da tutto il mondo e che hanno messo in moto la propria creatività per ideare spazi originali e innovativi, vivibili e fruibili, nuove idee di giardino e di installazione artistica in grado di definire una differente esperienza di relazione tra l’uomo e la natura.

Il vincitore del concorso si aggiudicherà il premio “La Foglia d’oro del Lago di Como”, vinto l’anno scorso da Leonardo Magatti, con la realizzazione de “La Topitta”: il tema di Orticolario 2018 era il gioco e il vincitore aveva infatti realizzato una casa delle favole proprio come ognuno di noi l’ha sempre immaginata. Un’installazione pittoresca immersa in una coltre di nebbia naturale che contribuiva a creare un’atmosfera magica ed incantata.

orticolario 4

La Topitta di Leonardo Magatti

Orticolario per il sociale

Ma Orticolario non è solo un garden show, né tantomeno una mostra mercato, è soprattutto un evento culturale e artistico per la cultura del paesaggio che genera un circolo virtuoso con finalità benefiche: le attività culturali in scena a Villa Erba sono infatti realizzate proprio attraverso il Fondo Amici di Orticolario che devolve poi contributi a progetti sociali di cinque associazioni del territorio lariano, e queste stesse associazioni sono a loro volta impegnate attivamente in Orticolario.

Informazioni utili  

La mostra aprirà i cancelli da venerdì 4 ottobre a domenica 6 ottobre 2019 dalle 9 alle 19.00. Sarà possibile acquistare i biglietti alle casse i giorni dell’evento o direttamente online. I parcheggi a disposizione dei visitatori saranno 8: 5 gratuiti e 3 a pagamento. E sarà attivo un servizio bus-navetta tra i parcheggi remoti e Villa Erba. Per ulteriori dettagli consultare il sito di Orticolario a questo link.


Ecotyre

Da Gomma a Gomma: lo pneumatico verde tutto italiano realizzato con materiali riciclati

Schar

12 ricette senza glutine dall’antipasto al dolce

Coop

Dopo uva, meloni e ciliegie, anche le clementine dicono addio al glifosato

tuvali
seguici su Facebook