Guerrilla gardening: a Maggio raduno Intergalattico e giornata del girasole ‘d’assalto’

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La primavera e’ ormai in piena esplosione ed è arrivata l’ora di sfoderare le vanghe sovversive e i rastrelli illegali nascosti clandestinamente durante l’inverno. Se non vedevi l’ora di iniziare la tua carriera di Guerrilla Gardener hai finalmente l’occasione giusta: a Roma dal 2 al 4 maggio 2014 si svolgerà il Raduno Nazionale di Guerrilla Gardening, mentre il 01 Maggio è l’International Sunflower Guerilla Gardening Day.

RADUNO INTERGALATTICO DI GUERRILLA GARDENING – Si tratta di una fantastica tre giorni “intergalattica” che vedrà confluire nella capitale i gruppi di guerrilla gardening provenienti da tutta Italia. I Giardinieri Sovversivi Romani hanno predisposto un programma ricco e interessante, che è possibile consultare sulla pagina Facebook dell’evento.

guerrillagardeningitaliasmall-raduno2014

Dal 2011 ogni 4 novembre tutti i gruppi di Guerrilla Gardening in Italia svolgo un intervento verde di lotta al degrado nella propria città. Da questa esperienza è nata una rete nazionale che ha visto lo scorso anno a Bologna il primo raduno nazionale, terminato dopo due giorni di guerrilla con una bellissima e partecipatissima assemblea. Qui è stato deciso che sarebbe stata proprio Roma la sede del secondo raduno.

INTERNATIONAL SUNFLOWER GUERRILLA DAY – GuerrillaGardening.org, invece, invita gli eco-guerriglieri, e gli aspiranti tali, alla sua annuale di semina ottimista. Si tratta dell’ottavo edizione dell’International Sunflower Guerilla Gardening Day, l’iniziativa che arriva dal Belgio dai “Brussels Farmer”, un gruppo di Guerrilla Gardening che ha dichiarato il 1 maggio il giorno per piantare semi di girasole ovunque, nella speranza che porteranno bellezza e salute nei nostri quartieri. Questa è la pagina Facebook dell’evento mondiale.

guerrilla gardening girasoli

PERCHE PARTECIPARE? – Anche e soprattutto per la bellezza! Ce lo spiegano le parole di Peppino Impastato, riportate proprio dagli organizzatori del raduno romano:

Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore“.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Guerrilla gardening: accusa di greenwshing per lo spot Tim che non convince i veri guerriglieri (VIDEO)

International Sunflower Guerrilla Day 2013: il Primo maggio pianta un girasole!

Guerrilla Gardening: l’uomo che trasformava le buche in mini-giardini fioriti

Tulipani nelle buche per protestare contro il degrado delle strade (video)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook