Giornata della libertà dei semi: Tutto ciò che mangi ha una conseguenza!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Torna la Giornata della libertà dei semi e dopo cinque edizioni, si sente ancora la necessità di lanciare un no secco alle multinazionali che uccidono la cultura della biodiversità.

Il 19 marzo, una giornata di festa, ma anche di riflessione aperta a tutti dove produttori e appassionati della tradizione contadina si incontreranno per scambiarsi consigli e non solo.

La Giornata della libertà dei semi è organizzata in collaborazione con l’Orto Botanico dell’Università di Tor Vergata, patrocinata da Seed Freedom e Navdanya International al Mercato Contadino Capannelle che per l’occasione dalle 9 alle 18,30, si svolgerà all’interno dell’Ippodromo.

Oltre 80 le aziende agricole del territorio e gli artigiani del riciclo e del riuso assieme a ambientalisti e cittadini, tutti uniti sotto la bandiera quella della sostenibilità ambientale e della valorizzazione di prodotti biologici, a Km zero che rispettano la filiera e i lavoratori.

LEGGI anche: 5 PRODOTTI DA SCAMBIARE O DA “SPACCIARE”

giornata della libertà dei semi2

Non a caso, o slogan della giornata, ripreso dal film Food ReLOVution del regista indipendente Thomas Torelli, è “Tutto ciò che mangi ha una conseguenza”.

“Un invito alla presa di coscienza e alla consapevolezza che calza a pennello con la filosofia del Mercato Contadino”, si legge sul sito dell’evento.

“Si potranno portare semi da scambiare in diretta per affermare e difendere la libertà di conservare, utilizzare e scambiare le sementi: un semplice gesto locale per essere parte della campagna globale finalizzata alla sensibilizzazione di cittadini e istituzioni intorno ai temi della biodiversità e della sicurezza alimentare”, spiegano gli organizzatori.

E all’invito non potevano che aderire tutte le associazioni del terzo settore impegnate sul tema della salvaguardia dell’ambiente ma anche della giustizia sociale, ci saranno, infatti, Greenpeace, Libera, Medici senza frontiere, Emergency, ActionAid, Cerealia Festival dei cereali, Res Ciociaria, uniti per difendere la centralità della tematica “Cibo“, fondamentale per i diritti della cittadinanza e dell’ambiente.

Al mercato ci saranno poi docenti, studenti degli istituti agrari del territorio, i responsabili e i ricercatori dei centri di ricerca e delle amministrazioni di settore.

giornata della libertà dei semi3

Per tutta la giornata, degustazioni e laboratori per bambini, oltre che dibattiti sul tema dell’alimentazione. Sarà anche l’occasione per ricordare un mugnaio del mercato contadino che ha perso la vita per difendere il proprio molino dalle speculazioni finanziarie, il cui volto campeggia sul manifesto dedicato all’iniziativa.

Infine, si potrà firmare la campagna #StopGlyphosate, per vietare l’utilizzo del glifosato, il pericoloso erbicida utilizzato in agricoltura.

LEGGI anche: GLIFOSATO: 2017, ANNO DECISIVO PER DIRE STOP ALL’ERBICIDA CANCEROGENO

Per conoscere il programma completo, clicca qui

Per tutti gli aggiornamenti pagina Facebook

Dominella Trunfio

Foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook