Giornata della memoria, il Covid non ferma il ricordo delle vittime della Shoah. Gli eventi online

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Siamo ancora qui, a ricordare ciò che siamo stati e ciò che in tanti hanno sopportato. Qui, il 27 gennaio di ogni singolo anno, esattamente come ogni singola lacrima stillata, cacciata da chi ha vissuto un campo di concentramento. Il 27 gennaio è la giornata dedicata alla memoria, per scongiurare ricordi offuscati e opinioni distorte. Come fare? Conoscere la storia innanzitutto, e per questo anche in tempo di pandemia non si fermano gli eventi previsti oggi online.

Perché il 27 gennaio? Perché in questo giorno del 1945 vennero aperti i cancelli dei campi di concentramento di Auschwitz e liberate le poche persone rimaste in vita. E così, da allora, oggi è il giorno giusto per commemorare le vittime di quell’orrore chiamato genocidio e per quel dovere di non dimenticare uno dei capitoli più bui della nostra storia.

Leggi anche: 10 film e libri per spiegare l’Olocausto a bambini e ragazzi

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre”, scrisse Primo Levi, cui dobbiamo ai nostri giorni le pagine più toccanti di quel tempo maledetto.

Gli eventi online oggi

  • L’Anpi, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, prevede sessanta iniziative in sessanta città, dal Nord al Sud. Un fitto calendario di incontri per non dimenticare le vittime del nazismo e del fascismo.
    QUI tutte le iniziative dell’Anpi.
  • L’Associazione ReDiPsi, Reti di Psicologi per i Diritti Umani, ha in programma un webinar per celebrare il Diritto alla vita, sancito dall’articolo 3 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948.
    Per partecipare: https://www.redipsi.com
  • Grandi eventi anche con Wikipedia e Wikimedia, impegnati sui “Progetti: Persecuzioni, deportazioni e crimini del periodo nazi fascista  e Donne e Shoah”.
    QUI trovate gli eventi si online
    . Il programma del 27 gennaio è dedicato a: Negazionismo e Olocausto: gli Eichmann di carta.
  • Da ROMA: La Comunità ebraica di Roma ha in calendario alcune iniziative online. Stamattina l’appuntamento è sulla pagina Facebook della Comunità con un incontro con Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz, intervistato dalla presidente Ruth Dureghello. E ancora lunedì prossimo 1 febbraio, alle ore 18, in diretta streaming sulla pagina Facebook del Museo Ebraico di Roma, la direttrice Olga Melasecchi e Orietta Rossini, archeologa dell’Archivio Capitolino, parleranno di Ludwig Pollak, l’archeologo ebreo praghese deportato il 16 ottobre 1943 e morto ad Auschwitz.

Infine, sempre da Roma, anche il Museo MAXXI parteciperà alla Giornata della memoria 2021, attraverso l’evento che avrà luogo oggi 27 gennaio, alle 15.00, in streaming da questo link.

  • DA VENEZIA, stamattina alle 11, il Teatro Goldoni ci aspetta con il racconto teatrale “Dal campo di calcio ad Auschwitz”, scritto e interpretato da Davide Giandrini, sulla storia dell’allenatore di calcio ungherese Arpad, con una trasmissione in differita streaming suicanali social del Comune di Venezia.
  • DA MILANO, evento principale sarà Note per la Shoah, che sarà trasmesso stasera 27 gennaio alle 21 sulla pagina Facebook del Conservatorio e su quella dell’Associazione Figli della Shoah. Il concerto sarà mandato in onda anche su Rai5 alle 20.45 in una puntata monografica di “Visioni”.
    Inoltre, oggi il Memoriale della Shoa apre le porte al pubblico attraverso un tour virtuale disponibile sulla pagina Facebook della fondazione.
  • DA TORINO, in programma tradizionale posa delle pietre d’inciampo, a cura del Museo Diffuso della Resistenza, a partire dalle 9.30. Mentre stesso oggi verrà pubblicato un video riassuntivo delle pose sui canali social del Museo e del Polo del ‘900. È possibile seguire anche le iniziative attraverso il podcast “Il #poloèsempreonline per il Giorno della Memoria”.
  • DA NAPOLI: alle 17.30 la Fondazione culturale Ezio De Felice presenta I BBPR e il museo-monumento al deportato politico e razziale nei campi di sterminio nazisti di Carpi. Sarà ospite d’eccezione Elena Montanari, autrice del libro “Permanenza e attualità. I BBPR e il Museo-Monumento di Carpi”. Infine, sul canale youtube del CIRB verrà trasmesso un convegno sul tema I Giusti tra le Nazioni.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook