Diritti alla Terra: a Ferrara una maratona di idee per coltivare nuovi modelli d’azione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un hackathon creativo dedicato alla terra, al cibo e ai loro diritti. Il 3 e 4 ottobre, durante il Festival organizzato da Internazionale a Ferrara, Alce Nero e Amnesty International sono promotori di una maratona di idee per coltivare nuovi modelli di Diritti alla terra, focalizzando l’attenzione sulla terra, fonte di cibo, riparo, reddito e identità sociale e sulla sostenibilità.

In quest’occasione si riuniranno i cento studenti e giovani professionisti iscritti all’evento gratuito “Diritti alla Terra- Coltiviamo nuovi modelli d’azione” per discutere i grandi temi legati alla terra e cercare per essi una soluzione, attraverso un nuovo modo di produrre innovazione: l’hackathon.

Una sorta di brainstorming per creare nuove idee e progettare soluzioni informatiche utili per persone che si occupano di tecnologie, sviluppo e crescita. Lo scopo è quello di coinvolgere e includere nei processi di apertura ai cittadini, le energie e la creatività dei giovani, dei professionisti, degli esperti che lavoreranno e creeranno queste applicazioni partendo dai temi proposti.

Un Hackathon è dunque una maratona di cervelli , un modello di lavoro importato dalla Sillicon Valley Californiana, nel quale i partecipanti lavorano insieme per 24/48 ore cercando soluzioni alternativi ai problemi, nuovi punti di vista e nuove idee.

L’evento è organizzato con il supporto tecnico/scientifico di Future Food Institute e la discussione sarà incentrata sui temi di terra, di diritti e di cibo buono nel tentativo di rispondere a domande come queste: si possono condurre progetti di sviluppo che preservino le risorse naturali e rispettino i diritti delle popolazioni che abitano i territori? Come si restituisce dignità al lavoro agricolo? Cosa si nasconde dietro al cibo con cui ci nutriamo ogni giorno?

A questi interrogativi dovranno dare risposta giovani aspiranti giornalisti, comunicatori, designer,agronomi, programmatori e perché no, ingegneri, progettando un nuovo strumento di comunicazione.

Ad arricchire la maratona ferrarese , la presenza di importanti nomi del giornalismo, rappresentanti di associazioni e ONLUS, agricoltori biologici, istituzioni, ma anche imprenditori ed esperti di settore.

L’evento si concluderà con la premiazione dei progetti, sabato 4 ottobre alle 16.30

Per tutte le informazioni, il programma e i premi in palio: www.dirittiallaterra.it.

Cristiana Priore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook