Cosmoprof Worldwide Bologna, torna l’appuntamento con il futuro della cosmesi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Torna l’appuntamento con Cosmoprof Worldwide Bologna, evento unico e imperdibile per tutti gli esperti e gli appassionati di bellezza. Nuove tendenze, innovazione tecnologica e digitale e Clean Beauty saranno al centro del dibattito in questa 53esima edizione.

Cosmoprof Worldwide: il mondo della bellezza si incontra a Bologna

Manca pochissimo all’edizione 2020 di Cosmoprof Worldwide Bologna, importante evento dedicato al mondo della bellezza e alle novità del settore  cosmetico.

Anche quest’anno la manifestazione ospiterà operatori, esperti, opinion leader, agenzie e trend scouter di tutto il mondo, che si confronteranno per immaginare insieme come sarà il futuro della cosmesi.

“Cosmoprof Worldwide Bologna è un evento unico nel suo genere, perché offre una panoramica completa del settore beauty.

Con oltre 150 paesi rappresentati, più di 3.000 aziende espositrici e oltre 265.000 operatori presenti, la manifestazione dà voce alle tradizioni di ogni angolo del mondo, presenta l’eccellenza di ogni paese e offre una proiezione delle tendenze dei prossimi 10 anni.

Alla sua 53a edizione, Cosmoprof oggi è il format più in linea con le attuali esigenze del mercato.”

ha dichiarato  Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere.

L’appuntamento è a Bologna dal 3 al 7 settembre con Cosmopack e Cosmo|Perfumery & Cosmetics e dal 3 al 6 settembre con Cosmo|Hair, Nail & Beauty Salon.

Esperti internazionali analizzeranno insieme le nuove tendenze del settore beauty, condividendo le proprie visioni: si parlerà di ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica e digitale e di come i cambiamenti sociali ed economici influenzeranno il mercato della bellezza nel prossimo decennio.

Si parlerà anche di sostenibilità dell’industria cosmetica: il mercato dei cosmetici sta cambiando e oggi c’è una maggiore attenzione agli ingredienti e alle materie prime scelte, oltre che alle performance di prodotti e trattamenti. A fornire elementi chiave per uno sviluppo sostenibile di business per le aziende del settore, Quantis, agenzia di esperti nell’ambito della sostenibilità, parteciperà a progetti dedicati all’attenzione all’ambiente e alla riduzione dell’impatto ambientale per l’industria cosmetica.

Inoltre tra i partner di Cosmoprof Worldwide Bologna, anche Sparknews, agenzia specializzata in progetti green per le aziende beauty. Sparknews e Cosmoprof daranno visibilità alle attività degli espositori più sensibili ai valori della sostenibilità e dell’economia circolare.

Sono questi gli elementi chiave che aggiungono responsabilità etica e sociale all’universo beauty. La vera bellezza nel 2030 sarà un connubio di più elementi: giustizia sociale, attenzione e cura per l’ambiente, inclusione delle specificità del singolo individuo.

Clean Beauty, cos’è la bellezza pulita

clean beauty

La sensibilità ambientale è cresciuta e i consumatori chiedono sostenibilità e tutela delle risorse anche per i propri cosmetici.
Per le aziende è dunque sempre più importante offrire prodotti che rispettino la salute e la natura e comunicare in modo chiaro e trasparente con il cliente: è il concetto di Clean Beauty: la nuova tendenza del mondo della bellezza, che chiede cosmetici rispettosi della pelle e del Pianeta.

Si tratta di una filosofia che pone al centro la salute e la tutela dell’ambiente, dalla scelta delle materie prime al confezionamento dei cosmetici, passando per una comunicazione chiara e trasparente tra aziende produttrici e clienti finali.

La Clean Beuty nasce per rispondere alle nuove esigenze dei giovani consumatori, sempre più attenti al proprio benessere e alla sostenibilità.

I Millenials sono infatti consumatori più consapevoli rispetto a quelli delle generazioni passate: hanno imparato a leggere le etichette dei cosmetici, valutare gli ingredienti e a domandarsi quale sia l’impatto dei prodotti che acquistano.

Sempre più brand cosmetici hanno dunque iniziato a proporre cosmetici formulati con ingredienti naturali, non tossici, ottenuti con metodi di estrazione o produzione sostenibili.

La Clean Beauty esclude quindi ingredienti particolarmente discussi tra cui coloranti e  fragranze artificiali, siliconi, oli minerali, tensioattivi eccessivamente aggressivi,  ftalati e parabeni, oltre a evitare lavorazioni che prevedono l’uso di combustibili fossili.

Non solo: una maggiore attenzione viene data anche alla scelta del packaging, che deve essere ridotto al minimo, riciclato o riciclabile.

I nuovi consumatori si aspettano una cosmesi pulita a 360 gradi e chiedono una maggiore trasparenza alle aziende, che devono saper rispondere riguardo alla qualità e alla sostenibilità dei prodotti che offrono.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook