Concerto del 1° maggio: programma e orari. Tutto quello che c’è da sapere

Fervono i preparativi per il concerto del 1° maggio: torna a Roma come ogni anno ‘Il concertone’ il più grande evento gratuito di musica dal vivo in Italia, nato nel 1990 per celebrare la Festa del lavoro. Dalle 15 fino a mezzanotte musica e spettacolo per tutti.

Il concerto viene organizzato come sempre in piazza di Porta San Giovanni in Laterano e ospita cantanti famosi, attirando centinaia di migliaia di spettatori. E’ trasmesso integralmente in diretta da RAI 3 e RAI Radio 2.

Organizzato dai tre sindacati confederati italiani Cgil, Cisl e Uil, il concertone inizierà alle 15 con un’anteprima e ufficialmente alle 16, per concludersi verso la mezzanotte. Ma cosa è previsto, in particolare, quest’anno? Molti i cantanti big, ma anche emergenti.  A presentare il concerto saranno Ambra Angiolini e Lodo Guenzi.

“Vorrei non averlo fatto l’anno scorso – ha dichiarato la conduttrice a Blogo – perché la dose di inconsapevolezza e il non conoscere l’impatto con la folla oceanica di Piazza San Giovanni è stato determinante per essere giusti e allineati. Quest’anno ci arrivo con tutti che mi dicono ‘dai, lo hai già fatto l’anno scorso’. Ecco, lavorerò per dimenticarmi di averlo condotto l’anno scorso.

Il programma e i cantanti

Il programma è stato annunciato sul sito ufficiale. Ecco chi ascolteremo:

  • Noel Gallagher
  • Achille Lauro
  • Manuel Agnelli
  • Daniele Silvestri
  • Ghali
  • Carl Brave
  • Ex-Otago
  • La Municipàl
  • La Rappresentante di Lista
  • Pinguini Tattici Nucleari
  • Subsonica
  • Motta
  • Ghemon
  • Negrita
  • Anastasio
  • Bianco con Colapesce
  • Canova
  • Coma Cose
  • Eugenio in via di Gioia
  • Fast Animals Slow Kids
  • Omar Pedrini
  • Rancore
  • Gazzelle
  • Zen Circus  

 

Come arrivare e informazioni sui trasporti

Il Comune di Roma non ha ancora comunicato il programma aggiornato dei trasporti ma, se accadrà come negli anni passati, ci aspettiamo che il sistema sarà potenziato e che diverse tratte saranno deviate. E’ certo invece che la fermata metro di San Giovanni resterà chiusa e che la zona sarà chiusa al traffico (generalmente quella interessata è compresa tra via Carlo Felice, piazza di Porta San Giovanni e via Emanuele Filiberto).  

Sappiamo inoltre che dalle 9,30 alle 11 circa dello stesso 1° maggio si svolgerà la gara podistica ‘lavoro in corsa’ a cui parteciperanno circa 500 persone che, a partire dalle 8 si raduneranno in via Carlo Felice e che seguiranno un percorso nella zona del concerto tra cui la stessa piazza S.Giovanni in Laterano. Per questo saranno deviate o sottoposte a brevi interruzioni le linee di bus C3, 3, 16, 51, 81, 85, 87, 360, 590, 649, 714 e 792. 

Per raggiungere la piazza in cui si svolgerà il concerto sarà necessario quindi scendere alle fermate limitrofe, Re di Roma o Manzoni. Per arrivare a Roma sono comunque aperte e attive le stazioni ferroviarie. Da Termini o Tuscolana si può prendere poi la linea metro A scendendo alle fermate segnalate. La stazione Tiburtina invece è sulla linea B e quindi comporta il cambio, sempre a Termini. Dall’aeroporto di Fiumicino è invece disponibile il treno per Termini, mentre da quello di Ciampino il servizio bus.

Norme di sicurezza

Il concertone segue le norme attuali anti terrorismo. Sono previsti quasi tremila uomini delle Forze dell’ordine nell’area del concerto. Sedici i varchi presidiati aperti fin da metà mattinata e tutta la zona sarà circoscritta dalle transenne: chiunque vorrà accedervi dovrà sottoporsi al controllo della sicurezza.

Come per tutti i concerti, poi, è vietato introdurre bottiglie di alcolici, acqua o borracce, così come contenitori in vetro e lattine. Ma comunque, all’interno dell’area rossa, sarà possibile acquistare cibo e bevande.

Una maratona musicale, un programma televisivo e un evento di piazza allo stesso tempo, con la pretesa di accontentare tutti pur mantenendo alta la qualità e con uno sfondo di contenuti sociali sempre presente e vivido”.

In ricordo delle battaglie operaie, in particolare quelle per conquista di un diritto ben preciso: l’orario di lavoro quotidiano fissato in otto ore (in Italia con il RDL n. 692/1923).

Buon 1° maggio a tutti!

Leggi anche:

Roberta De Carolis

Cover: primomaggio.net

 

Yves Rocher

Candidati al premio Terre de Femmes della Fondazione Yves Rocher. Trovi tutte le info qui!

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook