La spettacolare fioritura di Castelluccio di Norcia: chi andrà a vederla non calpesti i fiori

Fioritura a Castelluccio di Norcia

Come ogni anno, in questo periodo è possibile ammirare la meravigliosa fioritura di Castelluccio di Norcia, in Umbria. Nei campi coltivati a lenticchie non si usano pesticidi e sbocciano così fiori di senape, papavero, camomilla e altri fiori selvatici che colorano la piana.

Il fenomeno attira numerosi visitatori tra giugno e luglio: i nursini invitano a godersi lo spettacolo, rispettando però la natura senza calpestare fiori e coltivazioni.

La fioritura di Castelluccio: possibile perché non si usano pesticidi

La fioritura di Castelluccio di Norcia è un evento naturalistico meraviglioso e imperdibile, che vede sbocciare tanti fiori selvatici diversi. Il fenomeno si ripete ogni anno nel Pian Grande, a pochi chilometri dal centro storico di Norcia, dove si coltiva la lenticchia di Castelluccio IGP (Lens culinaris).

Poiché nella coltivazione delle lenticchie in questa zona non vengono utilizzati erbicidi, tra le piantine di legumi crescono indisturbate molte specie infestanti, responsabili della storica fioritura della Piana.
A Castelluccio di Norcia le specie infestanti non sono viste come un problema da eliminare, ma in una potenzialità. Innanzitutto sono proprio le erbacce a regalare lo spettacolo della fioritura e, in secondo luogo, le infestanti creano le giuste condizioni di umidità per la crescita e lo sviluppo delle lenticchie.

Così le specie selvatiche sono lasciate libere di crescere e fiorire colorando la piana con mille sfumature diverse che cambiano nel tempo: si va dal giallo della senape, al rosso del papavero, fino al blu dello specchio di Venere” (Legousia speculum – veneris) e del fiordaliso. I fiori sbocciano infatti tempi diversi, garantendo così due mesi di colorate fioriture differenti.

I nursini raccomandano: non rovinate i fiori

A partire dal mese di giugno e per tutto il mese di luglio la meravigliosa fioritura delle specie selvatiche attira numerosi visitatori.
Il Presidente della Proloco ha lanciato un appello a tutti i turisti che intendono recarsi a Castelluccio in occasione di questo appuntamento con la natura:

“Venite a Castelluccio ad ammirare la fioritura, ma non calpestate né i fiori, né le piante della lenticchia.
Ogni anno rivolgiamo sempre lo stesso invito di non addentrarsi nei terreni coltivati ma purtroppo non serve a molto. Così subiamo dei danni e si danneggia la bellezza dei fiori».

Chi volesse fotografare i fiori da vicino, può camminare nei corridoi che si creano naturalmente tra gli appezzamenti di terreno, prestando sempre attenzione ai fiori e alle piantine di legumi.

Lo spettacolo della fioritura da webcam

Chi non avrà modo di andare a vedere la fioritura di Castelluccio di Norcia dal vivo, da quest’anno potrà ammirare lo spettacolo via webcam. Domenica 23 giugno alle 11,30 sarà infatti riattivata la webcam sui monti Sibillini. La webcam era andata distrutta in seguito al terremoto del 2016, ma tornerà presto in funzione grazie allo sforzo di quattro soci di una start up e a una campagna di crowdfunding.

La webcam funziona a energia solare e consentirà a chiunque di godere dei paesaggi mozzafiato della piana di Castelluccio.

Leggi anche:

Tatiana Maselli

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

San Benedetto

Come ridurre le emissioni dell’acqua minerale: il caso San Benedetto

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

corsi pagamento

seguici su facebook