World Vegan Day 2012: oggi e' la giornata Mondiale Vegan

sedds of compassion

Vivere vegan fa bene a te, agli altri umani, agli animali e al pianeta. È questo, in sintesi, il messaggio del World Vegan Day 2012, ovvero la Giornata Mondiale Vegan, che viene celebrata in tutto il mondo il 01 Novembre da gruppi, associazioni e singoli individui, che sono invitati ad aiutare a diffondere il veganesimo attraverso iniziative personali di divulgazione sociale.

"Non saranno necessari grandi preparativi per le iniziative che suggeriamo, bastano pochi minuti o al massimo poche ore, e si tratta di iniziative da fare come singoli, non come associazioni o gruppi, quindi davvero tutti possono partecipare", scrive il network animalista AgireOra, invitando chi partecipa a inviare la propria testimonianza a [email protected] . Dalla preparazione di assaggi vegan da portare in ufficio (o a scuola, se si è studenti) assieme a materiale informativo, passando per la proiezione di un documentario sul tema della scelta vegan, come "Meat the truth - Carne, la verità sconosciuta", "La vita emotiva degli animali da fattoria", "Facciamo il collegamento" o "Un equilibrio delicato", le iniziative che si possono mettere in atto sono davvero molte.

Che tu sia vegetariano od onnivoro, quindi, la Giornata Mondiale Vegan può essere la giusta occasione per approfondire le ragioni di questa scelta, la più forte che si possa fare per aiutare gli animali, salvaguardare l'ambiente, migliorare la nostra salute e la forma fisica. Alla base di tutto, c'è l'etica: "tutti gli animali sono esseri senzienti, capaci di provare sensazioni, emozioni, sentimenti. Che siano cani e gatti, o conigli, mucche, galline, maiali, non cambia nulla. Rispettarli significa non ucciderli e non mangiarli: il nostro senso di giustizia ci dice che causare sofferenza e morte per semplice "abitudine" non è giustificabile. Cambiamo abitudini e salviamo animali", spiega AgireOra.

Diventare vegani, però, fa bene anche all'ambiente: "per consumo di risorse, carne, pesce, latticini e uova sono i "cibi" più dispendiosi, inefficienti e inquinanti che esistono. La scelta vegan – continua AgireOra- fa risparmiare il 90% delle risorse: terreni, sostanze chimiche, acqua, vegetali, energia; evita la deforestazione, l'inquinamento da deiezioni animali, diminuisce l'effetto serra - il 18% delle emissioni di gas serra sono dovute agli allevamenti, contro il 13,5% dell'intero settore dei trasporti". Last but not least , la salute. Preparando i nostri pasti unicamente con ingredienti vegetali, conclude il network, "non rinunciamo a nessun piacere della tavola e abbiamo un'alimentazione più varia e gustosa e una salute migliore, perché possiamo prevenire, e spesso anche curare, le malattie degenerative (malattie cardiovascolari, cancro, diabete, osteoporosi, sovrappeso-obesità) che sono la maggior causa di morte nei paesi industrializzati".

giornata vegan

Scegliere vegan significa, insomma, riconoscere il valore delle vite degli altri animali e di conseguenza rifiutarsi di usarli come cibo, per il vestiario, per l'intrattenimento e per la vivisezione. "In questo modo milioni di individui senzienti saranno risparmiati da una vita di sofferenze e da una morte atroce nei luoghi di prigionia come allevamenti, macelli, laboratori, zoo, acquari, circhi, allevamenti per animali da pelliccia o a causa della caccia", dice, invece, Animal Equality, che per l'occasione esporrà a Largo dei Lombardi a Roma, dalle 15.30 alle 19.00, diverse immagini di quello che accade all'interno degli allevamenti in Italia, con gli attivisti che inviteranno i passanti a visionare le immagini. Insomma, stare lontano da pancetta e bistecca, latte e uova, e tutti i derivati degli animali non sarà affatto difficile se si tiene bene a mente tutto questo.

Per ulteriori info: www.vegfacile.info, www.sceglivegan.org

Roberta Ragni