giornata biodiversita 2012

Oggi, 22 maggio, è la giornata mondiale della biodiversità, istituita dalle Nazioni Unite nel 1993 per sensibilizzare e accrescere la consapevolezza su un tema importante e delicato come la diversità biologica presente su tutto il pianeta, oggi sempre più a rischio.

Se nel 2011 era stata dedicata alle foreste, quest'anno l'attenzione è puntata sugli ecosistemi marini, che ospitano oltre 250.000 specie conosciute (escludendo le forme di vita microbiche), tutte minacciate da incidenti petroliferi, inquinamento, traffico navale, sfruttamento eccessivo delle risorse ittiche.

Intanto, la Commissione Europea ha presentato la nuova strategia per proteggere la biodiversità in Europa nel prossimo decennio, attraverso il raggiungimento di sei obiettivi:

- piena attuazione della normativa vigente in materia di protezione della natura e della rete di riserve naturali;

- miglioramento e ripristino di ecosistemi e servizi ecosistemici, aumentando le infrastrutture verdi;

- sostenibilità delle attività agricole e forestali;

- salvaguardia e protezione degli stock ittici dell'Ue;

- contenimento delle specie invasive;

- azione internazionale per scongiurare la perdita di biodiversità globale.

''Noi esseri umani, oltre ad essere parte integrante della biodiversità, dipendiamo da essa per procurarci cibo, acqua e aria pulite, e un clima stabile. È il nostro capitale naturale, che stiamo spendendo troppo in fretta — spiega il commissario europeo per l'ambiente, Janez Potočnik - e tutti noi sappiamo cosa accade quando ci indebitiamo al di là delle nostre possibilità. Dovremmo tutti riconoscere la gravità della situazione e l'incapacità finora dimostrata di risolvere il problema. È giunto il momento di impegnarsi molto più a fondo. Sono certo che questo nuovo approccio multisettoriale ci metterà sulla giusta strada per arrestare la perdita di biodiversità entro il 2020''.

Camoscio DAY 2012

camoscio day

Ma la giornata mondiale della biodiversità coincide anche con il Camoscio Day, dedicato ai 20 anni d'impegno dei parchi per la conservazione del camoscio appenninico, il Rupricapra pyrenaica ornata, ovvero poco più di 1500 esemplari altamente protetti che vivono solo nel nostro Paese. Un attività di tutela a cui si aggiunge ora a quella del progetto europeo Life Coornata e che interessa, per la prima volta, tutte le aree protette in cui si trova la popolazione appenninica della specie o che potenzialmente sono in grado di ospitarla: i parchi nazionali della Majella, d'Abruzzo Lazio e Molise, del Gran Sasso Monti della Laga, dei Monti Sibillini e il parco regionale Sirente Velino.

"Il progetto Life Coornata - spiega Antonio Nicoletti, responsabile aree protette di Legambiente, impegnata da anni in azioni e progetti di conservazione del camoscio appenninico - evidenzia la capacità dei parchi appenninici di fare progetti di sistema, di conservare specie faunistiche di grande importanza e soprattutto di coinvolgere i territori nella condivisione delle scelte. Il camoscio appenninico per questi territori rappresenta un'opportunità anche dal punto di vista della promozione e valorizzazione locale".

Proteggere il camoscio appenninico significa, quindi, conservare in buona salute il suo habitat, con conseguenti ricadute positive anche su altre specie presenti, animali o vegetali. Per questo, i regolamenti dei parchi vanno sempre rispettati, come, per esempio rimanere sui sentieri. In caso d'incontro ravvicinato, poi, i camosci non vanno considerati alla stregua di animali domestici: non bisogna fornire loro cibo e cercare di toccarli, è importante evitare di spaventarli e di farli allontanare dai luoghi di pascolo.

Per il Camoscio Day sono previsti eventi e visite guidate nelle aree faunistiche e la premiazione di coloro che si sono distinti per il loro contributo alla salvaguardia della specie. Il programma è disponibile su www.camoscioappenninico.it , mentre per avere una panoramica degli eventi che si svolgeranno in tutto il mondo, Italia compresa, per la giornata mondiale della biodiversità visitate il sito ufficiale della Convenzione sulla Diversità Biologica .

Roberta Ragni

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog