ecomaretonaUna corsa a tappe di 1229 chilometri, da Reggio Calabria a Trieste, attraverso le località più belle e interessanti della costa ionica e adriatica: è l'Ecomaretona, la corsa amica della natura che unisce sport, avventura e coscienza ambientale. Tutti pronti? Si parte proprio domani dal capoluogo calabrese, per arrivare a Trieste il 30 agosto, dopo ben 78 giorni.

Organizzata da Ecoevents, con la partecipazione di Fidal, Cip, Anci, Ancitel e La Gioconda, l'Ecomaretona è alla sua seconda edizione e il suo fondatore, Giuseppe Tamburino è convinto che si possa davvero raccontare l'Italia nella sua anima più profonda, attraverso il ritmo lento e comunicativo della corsa.

"L'intenzione è quella di dar vita a un evento ripetibile, che associ l'attività fisica con il rispetto e la valorizzazione dell'ambiente" spiega Tamburino la corsa come scoperta del territorio, come occasione di aggregazione e di contatto diretto con chi abita la costa e ne conosce qualità e problemi, come presa di coscienza sulle effettive condizioni ambientali dei luoghi che si percorrono.

Ma l'Ecomaretona non è solo per i volenterosi corridori: anche i più "pigri" potranno sentirsi parte dell'evento grazie agli Ecovillage che si sposteranno di tappa in tappa, per offrire incontri, intrattenimento e approfondimento sui temi ambientali, ma anche degustazioni e appuntamenti culturali. Anche gli sponsor dell'evento daranno il loro contributo per la sensibilizzazione ad una maggiore attenzione all'ambiente: Fiat metterà a disposizione degli atleti le sue auto Natural Power a doppia alimentazione (benzina e metano), mentre Acqua S. Anna fornirà la sua nuova linea di bottiglie 100% biodegradabili.

E ogni sera, per chi ha ancora voglia di muoversi, l'Ecovillage propone delle sessioni gratuite e aperte a tutti di fitwalking, per scoprire l'importanza di uno sport pulito e sano, insieme a due grandi campioni come Giorgio e Maurizio Damilano.

Sul sito di Ecomaretona sono già disponibili le informazioni sulle prime tappe, con località e date di arrivo. Da lì sarà possibile seguire l'intera corsa godendosi anche le immagini e i video che atleti e partecipanti produrranno durante l'intero evento. Uno modo per sentirsi parte della scoperta delle coste italiane anche per chi non potrà partecipare.

Maura Tomei

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
festival scirarindi
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram