zero-emission-rome-2011

Apre oggi i battenti ZeroEmission Rome 2011, la manifestazione fieristica dedicata a energie rinnovabili, sostenibilità ambientale, lotta ai cambiamenti climatici ed emission trading, in programma fino 16 settembre alla Fiera di Roma. La scorsa edizione ha visto la partecipazione di oltre 500 aziende provenienti da 31 Paesi in rappresentanza di quattro continenti e 27.200 visitatoried è per questo che quest'anno è stato deciso di ampliare anche il numero dei padiglioni (diventati 5) e la superficie espositiva (+30% rispetto al 2010).

ZeroEmission è infatti un evento che coniuga l'esposizione B2B a cui partecipano le più importanti aziende del settore, ad un ricco programma di workshop, convegni, dimostrazioni pratiche e corsi di formazione: un appuntamento imperdibile per tutti gli attori economici e sociali del comparto delle rinnovabili.

"Il successo di ZeroEmission Rome va di pari passo con la crescita di un settore in continuo sviluppo - dichiara Marco Pinetti, presidente di Artenergy Publishing, la società organizzatrice - Basti pensare secondo uno studio realizzato da PricewaterHouse Coopers, nel 2050 in Europa si potrebbe arrivare a soddisfare il 100% del fabbisogno energetico con le energie rinnovabili. La crescita del comparto ha un impatto molto positivo anche sull’occupazione. In base a una stima di Ises Italia (International Solar Energy Society), ad esempio, a fronte di un investimento di circa 80 miliardi di euro nei prossimi dieci anni, nel nostro Paese il settore potrebbe creare fino a 250mila posti di lavoro".

Oltre agli ormai famosi saloni Eolica Expo Mediterranean (dedicato all’eolico), PV Rome Mediterranean (tecnologie fotovoltaiche per il Mediterraneo) e CO2 Expo (cambiamenti climatici, riduzione di CO2 e mercato dei crediti di carbonio), quest’anno arriva uno spazio dedicato al solare termico e termodinamico, Solartech, che presenterà i numerosi ambiti di applicazione dei più moderni impianti e tecnologie, dal settore industriale e agricolo a quello residenziale e pubblico.

Ma anche i “vecchi” saloni presentano non poche novità: all’interno di Eolica Expo Mediterranean, ad esempio, ci saranno le aree dedicate agli inverter per l’industria eolica (Winverter) e ai materiali compositi (Compomat Wind), con alcune sessioni dimostrative sulla realizzazione delle pale eoliche.

Alla mobilità sostenibile sarà invece dedicata l’area Electric Cars, in cui i visitatori potranno effettuare dei test drive con i veicoli iOn di Peugeot e C-Zero di Citroën e ammirare alcuni veicoli già utilizzati in comuni come Roma o le nuove tipologie di pensiline e colonnine di ricarica. E per dimostrare che l’intera fiera è concepita in modo sostenibile, verrà anche presentato il Progetto Sem-Solar Energy Mobility, realizzato da Green Utility, che permetterà gli spostamenti ecologici all’interno della Fiera di Roma.

Gli incontri di business one-to-one potranno inoltre essere organizzati tramite la nuovissima applicazione web MyPartnering, vera novità tecnologica di questa settima edizione. Cresce inoltre la vocazione internazionale della fiera, con delegazioni estere provenienti da Albania, Bulgaria, Croazia, Giordania, Grecia, Macedonia, Montenegro, Romania, Serbia e Turchia

Ricca e varia anche l’attività convegnistica, con 65 sessioni congressuali e la partecipazione di ben 486 relatori. Spazio infine anche alla letteratura, con la presentazione di venti libri pubblicati recentemente sui temi della sostenibilità energetica.

Per visualizzare l’elenco completo degli espositori e il programma della fiera, visitate il sito www.zeroemission.eu.

Eleonora Cresci

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram