primavera_BIOQuale contributo può dare l'agricoltura biologica per la salute dei consumatori? È questo il tema dell'ottava edizione di PrimaveraBio, l'iniziativa promossa dall'AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) e sostenuta da Legambiente, ARCI, CTM-Altromercato, Federparchi, ADI, Associazione Italiana per l'agricoltura biodinamica e Eco Radio.

Dal 19 aprile al 17 maggio le aziende e gli allevatori biologici aprono le porte ai cittadini, con una serie di iniziative che vanno dalle visite guidate nelle loro sedi alle degustazioni dei prodotti locali, dai laboratori didattici per i bambini alle escursioni nei parchi limitrofi e ai momenti di incontro e approfondimento sulle tematiche del settore.

L'intento è quello di sensibilizzare il consumatore verso una spesa ed un consumo critici e ragionati sottolineando, in questa edizione 2009, i molteplici vantaggi che si possono trarre da un'alimentazione biologica. Mangiare bio, infatti, non aiuta solo l'ambiente, garantendo una salvaguardia del territorio d'origine dei prodotti, ma rappresenta senza dubbio un valido supporto per la salute di chiunque li consumi.

I prodotti derivanti da agricoltura biologica hanno un maggior contenuto di antiossidanti (sostanze presenti in quegli alimenti ricchi di vitamine C ed E, zinco e selenio, che aiutano a prevenire malattie cardiovascolari, tumori e radicali liberi), vitamine e polifenoli (potenti antiossidanti presenti nel vino, nell'olio extravergine d'oliva e in alcuni vegetali) e garantiscono una minore quantità di fitofarmaci e nitrati, con effetti sicuramente positivi sulla salute dell'individuo.

Partendo dalla tutela e dall'amore per il territorio, le aziende biologiche lavorano dunque per fornire ai consumatori prodotti non solo più "equi", ma anche più buoni. Avete mai provato la differenza tra una mela, magari grande, bellissima e lucidissima, derivante da agricoltura tradizionale ed una mela, a volte meno bella esteticamente, coltivata in modo bio? Ecco, il vantaggio di nutrirsi secondo la filosofia biologica ed ecosostenibile è tutto racchiuso in quella gamma di sapori, odori, profumi e tradizioni racchiusi in un prodotto di questo tipo.

Senza considerare che dietro il consumo di prodotti biologici c'è molto più che una mera ricerca del bene psico-fisico: c'è la voglia di riscoprire i territori d'origine degli alimenti, di riassaporare il gusto di prodotti freschi e di stagione, uniformando il proprio modo di vivere alla ritualità della terra e alla ciclicità dei suoi frutti. Ma c'è anche la volontà di sostenere la tutela dell'ambiente che ci circonda, scegliendo la famosa "spesa a km 0", ossia recuperando gli alimenti di cui si ha bisogno nel raggio di pochi chilometri, in modo da ridurre le emissioni di CO2 dovute al trasporto delle merci su strada (o, peggio ancora, via aerea) e sostenendo le economie locali che spesso hanno da offrire molto più di quanto ci si immagini.

PrimaveraBio offre insomma un mese in cui i cittadini possono scoprire o riscoprire le realtà economiche della propria regione e imparare a conoscere i lati positivi di un consumo biologico e attento all'ambiente. Perché se è vero, come dice Feuerbach, che "siamo quello che mangiamo", allora molto meglio mangiare bio!

Per informazioni ed elenco completo delle attività e delle aziende partecipanti: www.primaverabio.aiab.it


Eleonora Cresci

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog