Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti 2010: ecco i consigli per produrre meno immondizia

settimana_riduzione_rifiuti

Riutilizzare più volte e in modo diverso i contenitori, fare in casa il compostaggio, bere l’acqua del rubinetto, comprare prodotti con imballaggi minimi, scegliere confezioni in cartone, utilizzare le sportine in stoffa al posto delle buste di plastica e optare sempre per prodotti sfusi e alla spina. Queste le parole chiave del decalogo lanciato in occasione della seconda edizione della European Waste Week Reduction”, ovvero la “Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti 2010”, che si svolge da ieri in Italia e in altri 21 Paesi.

L’obiettivo è ancora una volta la sensibilizzazione dei cittadini sui temi dello spreco, sull’impatto ambientale dei rifiuti e sulla necessità di tagliare drasticamente la quantità di immondizia prodotta.



E i primi risultati – specie nel nostro Paese – si vedono già dalle oltre 400 adesioni di enti pubblici e privati, che rispetto all’edizione dello scorso anno sono praticamente raddoppiate. Un vero e proprio record di partecipazione di coinvolgimento: segno che la popolazione è sempre più attenta e sensibile nei confronti di questo tema.

Le azioni e le iniziative che si svolgeranno in Europa hanno toccato quota 3.000, e di queste ben 600 sono in programma nel nostro Paese: da nord a sud, passando per il centro.
Ma in cosa consistono esattamente queste azioni?
Sono piccoli progetti e dimostrazioni che puntano alla sensibilizzazione dei cittadini sui temi più diversi; si va dall’eccesso dei rifiuti alla produzione a basso impatto, dai consumi più attenti ai comportamenti virtuosi; realtà ludiche che mostrano – in maniera semplice e diretta – come ridurre l’impatto ambientale nelle nostre azioni quotidiane.

Visualizza tutte le iniziative organizzate in Italia

 

Pin It