Educazione ambientale: al via “Immagini per la Terra”, la XIX edizione del concorso nazionale di Green Cross

Logo-web-IxT

Bambini, pronti a dare una vostra personale interpretazione di Gaia e dei cambiamenti climatici? Riparte il concorso Nazionale "Immagini per la Terra" indetto dalla Ong Green Cross Italia e giunto alla XIX° edizione. Presentato nei giorni al Museo dei Bambini Explora di Roma, il concorso, seguendo un progetto di educazione ambientale e di sviluppo sostenibile, è riservato a studenti e insegnanti di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio nazionale ed ha lo scopo di promuovere la sensibilizzazione dei giovani alle tematiche ambientali, facendo acquisire loro competenze e conoscenze per sviluppare nuovi comportamenti più consapevoli e responsabili.

Attraverso elaborati, di gruppo o individuali, gli studenti dovranno approfondire per questa edizione il tema “Noi giovani reporter del cambiamento climatico: dal dire al fare” concentrandosi sul cambiamento climatico e sulla difesa della biodiversità, ma in più i ragazzi dovranno osservare il territorio in cui vivono e descrivere le azioni che possono intraprendere per contribuire a migliorare le condizioni e la qualità della loro vita.

Testimonial del Concorso quest’anno è il giovane l’attore Davide Silvestri il quale durante la conferenza stampa ha raccontato “Quando sei un personaggio pubblico in molti ti contattano per chiederti di sostenere questo o quel progetto ma io credo che bisogna impegnarsi solo per quello in cui si crede e fare in modo che la gente riconosca le tue azioni e ti prenda come esempio”. “Nel mio piccolo - ha continuato Davide - sono molto attento affinché le mie azioni quotidiane abbiano il minor impatto possibile sull’ambiente e con questi presupposti non è stato difficile lasciarsi coinvolgere dall’iniziativa di Green Cross Italia rivolta alle scuole”.

davide-greencross2

Per la presentazione è stato scelto il Museo Explora proprio per illustrare, come ha evidenziato il presidente esecutivo di Green Cross Ellio Pacilio presente alla conferenza stampa, la nuova collaborazione tra la struttura e l’ong fondata da Gorbaciov .

Presenti anche Guido Pollice, fondatore di Green Cross Italia; Marco Gisotti, giornalista e divulgatore, direttore responsabile del magazine Modus Vivendi – Ecolavoro; Fabrizio Carbone, giornalista, scrittore e documentarista; Giorgio Budillon, docente universitario e coordinatore scientifico delle campagne oceanografiche per il PRNA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide) e Gabriella Sentinelli, assessore all'Istruzione e alle Politiche giovanili della Regione Lazio, la quale ha commentato “Ritengo questa iniziativa particolarmente importante perché approfondisce la conoscenza da parte dei futuri cittadini delle problematiche ambientali. L’assessorato intende promuovere ogni iniziativa tendente a sviluppare nei giovani comportamenti e pratiche sostenibili, essenziali per uno sviluppo ecologico della nostra terra”.

Non meno importante la dichiarazione di Guido PolliceÈ straordinario che siamo arrivati alla XIX edizione e che, anno dopo anno, siano stati coinvolti centinaia di migliaia di ragazzi che si sono appassionati sempre di più alle tematiche ambientali. Il futuro è nelle mani dei giovani e bisogna lavorare per educarli nel miglior modo possibile».

Di notevole interesse anche le dichiarazioni dei tre relatori, protagonisti dei futuri incontri al Museo:

- Marco Gisotti ha illustrato come, attraverso la divulgazione, sia possibile spiegare anche ai più giovani questioni scientifiche complesse. Secondo il direttore del magazine Modus Vivendi strumenti quali il cartone animato o il fumetto possono aiutare ad affrontare la crisi climatica e le sue soluzioni senza mai annoiare, con rigore scientifico e semplicità, interessando e divertendo tutti.

- Fabrizio Carbone ha sottolineato l’importanza dell’educazione ambientale nelle scuole. Carbone pensa sia giusto credere e sperare sempre nei ragazzi facendo in modo che, attraverso l’educazione e le storie giuste, la loro preparazione culturale si indirizzi nel modo migliore.

- Giorgio Budillon ha parlato dell’importanza delle attività di dissemination tra i giovani per permettere loro di compiere scelte giuste a livello professionale. Il professore ritiene progetti come “Immagini per la Terra” importanti per avvicinare i giovani all’Antartide e alla ricerca scientifica, settore che oggi in Italia trova molte difficoltà per carenza di mezzi e risorse e che invece bisognerebbe promuovere anche per tener fede agli impegni internazionali.

Per saperne di più sul concorso potete scaricare il bando e tutti i relativi allegati sul sito Immagini per la Terra.

Gloria Mastrantonio





 

Pin It