baratto_wine_day

Riduzione degli sprechi, promozione e socializzazione: sono alcuni dei vantaggi che si possono avere dal baratto, una forma di scambio di beni che potrebbe sembrare obsoleta nella moderna economia basata sul denaro, ma che invece è oggi ancora possibile.

Il Baratto Wine Day ne è un esempio: nato su Twitter circa un anno fa, ha debuttato il 29 novembre 2009 a Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia, quando un gruppo di amici (con la sponsorizzazione di Surbir) ha passato la mattinata fra lo scambio di bottiglie e il pranzo al Rigoletto.

L'idea è stata poi presentata durante la prima Vinix Unplugged Unconference e torna quest'anno a Genova, il 7 giugno, a Terroir Vino, la manifestazione di TigullioVino che ogni anno riunisce produttori e vini selezionati dalle commissioni degustatrici del portale.

Il meccanismo è questo: voi portate la vostra bottiglia di vino, non importa la cantina o l'annata, basta che sia del buon vino, e potete prenderne in cambio un'altra, che magari non conoscete e volete assaggiare. Ripetiamo: non importa il valore monetario della bottiglia che lasciate (ovviamente ci si affida al buon senso circa la sua qualità): per ogni bottiglia se ne può prendere una (tranne per le magnum, che valgono due bottiglie).

I vantaggi sono diversi: promuovere la propria cantina che, altrimenti, non potrebbe varcare i confini locali, arricchire una collezione di vini a costo zero, far conoscere un vino poco noto cui siamo particolarmente affezionati o semplicemente assaggiare vini provenienti da tutta Italia e socializzare con chi ha la vostra stessa passione.

Eleonora Cresci



forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram