logosuolo1

Oggi, 5 dicembre, è la Giornata Mondiale del suolo. Un momento per ricordare quanto sia importante questa componente della nostra Terra, da cui dipende il cibo che mangiamo, ma connesso anche all'acqua, al clima, alla biodiversità e alla vita. Una risorsa che naturalmente l'uomo non risparmia, sempre più divorata dal cemento selvaggio.

Indetto dalla Fao, il World Soil Day vede tutto il mondo attento, purtroppo solo per un giorno, alle problematiche che vanno dal dissesto idrogeologico al consumo di suolo. Tanti gli eventi previsti per la giornata di oggi. Il suolo è la base per cibo, mangimi, carburante e per la produzione di fibre, per gli ecosistemi e il benessere umano. È il serbatoio di almeno un quarto della biodiversità globale, e quindi richiede la stessa attenzione.

Spiega la Fao che i suoli svolgono un ruolo chiave nella fornitura di acqua potabile e nella resilienza alle inondazioni e siccità. Un problema che assume dimensioni drammatiche in alcune aree del mondo, come l'Africa. Qui, trascurare la salute del suolo avvia gravi problemi di insicurezza alimentare. È questo l'allarme lanciato dal rapporto “No Ordinary Matter: Conserving, Restoring and Enhancing Africa’s Soils” realizzato dal Montpellier Panel.

E la Fao, attraverso alcune locandine ha lanciato messaggi importanti, che faremmo bene a ricordare. Ad esempio: “Un suolo in salute è la chiave per la sicurezza alimentare e per il nutrimento di tutti”.

plateA3

O ancora quello che mette in luce gli sprechi alimentari: “Un terzo del nostro cibo finisce nella spazzatura, e più della metà di quello prodotto nelle nostre case potrebbe essere 'compostato' per creare nuovo suolo”.

wasteA3

Dobbiamo invertire questa tendenza e adottare alcune azioni di conservazione e ripristino. La campagna World Soil Day propone di connettere le persone ai suoli e aumentare la consapevolezza della loro importanza nella nostra vitaspiega la Fao.

In Italia, a Torino presso la sede dell'Istituto Piante da Legno e Ambiente ha avuto luogo una giornata di incontri e dibattiti per riflettere sul tema. In Sardegna, il Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell'Università degli Studi di Sassari ha organizzato per oggi e per domani 6 dicembre un incontro dedicato a "Il suolo nella pianificazione territoriale".

Anche Legambiente ha sottolineato quanto sia importante affrontare i problemi connessi al suolo. Ci troviamo di fronte a una delle più insidiose e irreversibili forme di degradazione del territorio, sottolinea l'associazione. “Eppure nel nostro Paese è ancora fortissima la tendenza a cementificare disordinatamente il suolo libero. L'urbanizzazione ha conosciuto, negli ultimi decenni, un'accelerazione senza precedenti, e se negli anni '50 il tasso di consumo di suolo era pari al 2,9%, oggi siamo al 7,3%. Dei 22mila chilometri quadrati urbanizzati nel Belpaese, il 30% è occupato da edifici e capannoni, il 28% da strade asfaltate e ferrovie. Tra le città con le superfici più cementificate troviamo Napoli e Milano (con oltre il 60%) seguite da Pescara e Torino (oltre il 50%) e poi da Monza, Bergamo, Brescia e Bari con oltre il 40% di superficie impermeabilizzata”.

“Non c'è più tempo per i tentennamenti. Il governo approvi velocemente la legge presentata in Parlamento e cancelli l'emendamento alla legge di Stabilità che proroga per tutto il 2015 la possibilità di usare ancora almeno il 50% degli oneri di urbanizzazione per le spese correnti dei Comuni, incentivando nuove lottizzazioni per risanare i bilanci” ha aggiunto il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza.

Per questo occorre dire basta al consumo di suolo. E per farlo, il governo dovrebbe approvare subito la legge e cancellare oneri di urbanizzazione per spese correnti dei Comuni.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Giornata mondiale dei suoli 2013: in Italia il cemento cresce di 8 mq al secondo

Giornata Mondiale del Suolo 2012: Italia in uno stato di emergenza permanente

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 video-corsi su Alimentazione sana, Salute e Benessere naturale, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e podcast inclusi

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog