smile_sorriso

Il primo venerdì del mese di ottobre si festeggia la Giornata Mondiale del Sorriso, conosciuta anche come World Smile Day. La giornata rappresenta un invito a compiere un gesto gentile e ad aiutare a sorridere almeno una persona che si trova accanto a noi. La prima Giornata Mondiale del Sorriso fu celebrata nel 1999.

Quali sono le sue origini? L'idea di dedicare una giornata al sorriso è nata dall'inventore del simbolo del sorriso più utilizzato sul web, nel marketing e negli spot pubblicitari. Si tratta dello "Smile", la faccina tonda, gialla e sorridente che tutti noi conosciamo bene e che usiamo spesso mentre scriviamo al computer o inviamo un messaggio dal telefonino.

Harvey Ball, inventore di "Smile", ha dedicato la giornata del sorriso alla propria città, Worcester. L'iniziativa si è poi diffusa in tutto il mondo. La Giornata Mondiale del Sorriso non ha uno spazio fisso sul calendario. Cade infatti il primo venerdì di ottobre, la cui data varia di anno in anno. Accanto allo World Smile Day è nata la World Smile Foundation. L'associazione ha il motto di migliorare il mondo un sorriso alla volta. Ogni piccolo gesto per rendere più allegra la vita di chi ci circonda è considerato importante.

Secondo l’Australian’s Flinders University, l’attività cerebrale innescata dall’osservazione della faccina contenta, il celebre Smile, è simile a quella attivata nelle persone che vedono un sorriso reale in un volto umano. Tanti infatti sono gli effetti terapeutici documentati dall’atto di sorridere.

Perché sorridere fa bene?

Secondo le più recenti ricerche, sorridere (e ridere) non rappresenta soltanto un vero e proprio toccasana per il buonumore, ma aiuta anche a combattere lo stress, gestire la rabbia, alleviare ansia, paura e dolore. Inoltre, contribuirebbe a facilitare la riabilitazione dopo l'ictus e ci aiuterebbe persino a dimagrire e a migliorare la circolazione sanguigna.

Secondo la coach Marina Osnaghi più è sincero un sorriso più si prova benessere:

“Il sorriso è simbolo di accoglienza, dimostrazione di benvenuto, segno di benevolenza. Le persone sorridono non solo per ragioni interne, ma anche perché percepiscono l’altra persona come benvenuta e ne hanno fiducia. Inoltre, più è sincero un sorriso, tanto più verranno contrastati i sentimenti di stress e disagio, grazie alla produzione di sostanze benefiche e piacevoli, fonti di benessere e gioia. Dato che per gli esseri umani è molto importante sentirsi accolti e amati per quello che sono, il sorriso è promotore di un clima relazionale positivo che incide favorevolmente sulla propria area emotiva, sulle prestazioni lavorative e sulla vita in generale. Da qui deriva la fama che lo Smile ha acquisito nel mondo: soltanto a guardarlo fa sentire accolti e procura gioia”.

LEGGI anche:

Un sorriso non costa nulla. Fa bene a noi e agli altri!

Marta Albè

Fonte foto: savvysuzy.com

geronimo stilton

Trocathlon

Torna il mercatino dell'usato di Decathlon che fa bene all'ambiente e al portafogli

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram