La Torre Eiffel ancora più verde: installate due turbine eoliche

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Torre Eiffel, simbolo della Francia, produrrà energia pulita grazie anche a due turbine eoliche. Posizionati al di sopra del secondo livello per via delle migliori condizioni di vento, i due sistemi produrranno 10.000kWh di elettricità all’anno, abbastanza per alimentare i settori commerciali del primo piano della Torre parigina.

Quest’ultima sta affrontando il più grande lifting degli ultimi 30 anni. Le due turbine eoliche ad asse verticale sono state appositamente pensate per adattarsi all’aspetto dell’ iconica torre, aggiungendo una serie di migliorie in termini di efficienza. A realizzarle Urban Green Energy in collaborazione con Société d’Exploitation de la Tour Eiffel.

Un momento per rifarsi il look tutt’altro che casuale, visto che a dicembre di quest’anno Parigi ospiterà una delle più attese conferenze sul clima, la Cop21. E uno dei principali obiettivi del lifting è quello di ottenere una significativa riduzione dell’impronta ecologica.

Silenziose e progettate per catturare il vento proveniente da qualsiasi direzione, le turbine si trovano a 120 metri dal livello del suolo. Non un’altezza casuale ma scelta perché qui i venti sono costanti e permetteranno di soddisfare parte del consumo energetico della Torre.

torreeiffel eolico2

Il loro montaggio è stata una sfida tecnica, una vera e propria lotta contro la gravità. “La Torre Eiffel è senza dubbio l’icona architettonica più famosa al mondo e siamo orgogliosi che la nostra tecnologia avanzata sia stata scelta per fare in modo che la Torre Eiffel aumenti il proprio impegno verso un futuro più sostenibile”, ha detto Nick Blitterswyk, CEO di UGE. “Nel momento in cui i visitatori provenienti da tutto il mondo vedranno le turbine eoliche, otterremo un ulteriore passo avanti verso un mondo alimentato da energia rinnovabile pulita e affidabile.”

torreeiffel eolico1

Oltre all’energia eolica, la ristrutturazione comprende anche l’illuminazione a LED e i pannelli fotovoltaici sul tetto di uno dei padiglioni per i visitatori. In aggiunta, sono state installate anche pompe di calore ad alte prestazioni sui due padiglioni ristrutturati, insieme a un sistema di recupero delle acque piovane, riutilizzate per i servizi igienici.

Francesca Mancuso

Foto: Urbangreenenergy

LEGGI anche:

La Torre Eiffel si rifà il look in chiave green con pannelli solari e LED

La Torre Eiffel diventerà un albero gigante

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook