Sun-Believable: in arrivo la vernice fotovoltaica

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli ingombranti pannelli solari potrebbero essere sostituiti in futuro prossimo da una speciale vernice fotovoltaica, che, applicata sui muri esterni degli edifici, permetterà di generare elettricità che potrà essere utilizzata per il funzionamento degli elettrodomestici e delle apparecchiature che si trovano comunemente all’interno delle nostre case.

A dare l’annuncio della notizia è la rivista Science Daily, che riporta le scoperte innovative effettuate da un gruppo di ricercatori dell’Università di Notre Dame. Gli studiosi sono riusciti a realizzare una speciale vernice, dai costi contenuti, che possiede la caratteristica di contenere nanoparticelle in grado di funzionare come semiconduttori di elettricità. La vernice potrà essere applicata facilmente su qualsiasi superficie e materiale che possa essere un buon conduttore di corrente elettrica.

L’efficienza energetica riscontrata con l’applicazione sperimentale del nuovo metodo utilizzato per sfruttare l’energia pulita del sole è tuttora di gran lunga inferiore rispetto a quella rilevata attraverso l’applicazione dei comuni pannelli solari, ma i ricercatori stanno studiando nuove metodiche per massimizzare l’efficienza della loro invenzione.

Al momento la vernice fotovoltaica non è dunque in grado di far vacillare il mercato dei pannelli solari, in quanto saranno necessarie ulteriori sperimentazioni al fine di poter immettere nei canali commerciali un prodotto realmente funzionante ed i cui costi possano davvero essere alla portata di tutti. Spinti dalle proprie aspettative più che positive, gli inventori non hanno potuto che battezzare la loro vernice “Sun-Believable”, con un immediato richiamo al fatto che un progetto ritenuto a lungo incredibile potrebbe presto prendere vita.

Negli Stati Uniti l’industria legata ai pannelli fotovoltaici è riuscita a mantenere una buona posizione sul mercato, nonostante la crisi economica ed il fallimento di Solyandra, grazie agli incentivi statali e federali, che, accanto ad una diminuzione dei costi degli stessi pannelli solari, hanno permesso agli americani di investire maggiormente nel settore, che sta contribuendo alla creazione di nuovi posti di lavoro in numerosi stati, garantendo un nuovo impulso all’economia d’oltreoceano.

Per quanto concerne l’Italia, con l’approvazione della Manovra Monti, che da oggi diventa legge, viene confermata la proroga degli incentivi per l’efficienza energetica, con un’aliquota pari al 55%, fino alla fine del 2012, e del 36% a partire dal 2013. Si tratta di un importante passo per il nostro Paese verso un maggiore sfruttamento delle rinnovabili, che può essere incluso all’interno del quadro delle aspettative europee relative all’impegno sul fronte ambientale richiesto dall’Unione Europea al nostro Paese.

Marta Albè

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook