Rinnovabili: nel 2010 sorpasso sul nucleare. Ma la strada è ancora lunga

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le energie rinnovabili fanno continuamente passi da gigante e negli ultimi anni hanno registrato trend talmente positivi da avvicinarsi, e in alcuni casi superare, l’energia atomica. Lo confermano i dati della US Energy Information Administration (EIA) secondo cui, negli ultimi 8 anni, c’è stata una lenta ma costante crescita delle energie pulite fino ad arrivare, in un periodo dello scorso anno, a superare addirittura il nucleare.

Vediamo i dati nel dettaglio: la misurazione dell’energia avviene in BTU (British Thermal Units), e nel suo momento di picco massimo l’energia rinnovabile ha raggiunto gli 800.000 miliardi BTU contro i 700.000 miliardi del nucleare. Queste cifre vanno però ben ponderate: bisogna ad esempio considerare che l’utilizzo di qualsiasi tipo di energia varia nel corso dell’anno per diverse cause, che possono essere lo stop per il rifornimento nel caso delle centrali nucleari o la disponibilità d’acqua per quanto riguarda quelle idroelettriche. Insomma, il consumo non è sempre costante ma spesso questo non dipende dalla volontà dei clienti, bensì da fattori per così dire “strutturali”.


In ogni caso, il superamento avvenuto lo scorso anno a favore delle rinnovabili fa ben sperare. C’è però da ricordare che quando si parla di energia non si intende solo elettricità ma anche, nel caso delle rinnovabili, biocarburanti e biomasse, utilizzati per trasporti e riscaldamenti.

Nel caso dell’elettricità, infatti, non vi è mai stato un vero e proprio superamento da parte delle rinnovabili nei confronti del nucleare: le prime hanno infatti raggiunto nel loro picco massimo i 50 milioni Mgw/h, mentre l’energia elettrica nucleare si è attestata sui 55 milioni di Mgw/h.

Insomma, la strada per rimpiazzare l’energia atomica con fonti rinnovabili e pulite è ancora lunga, ma il trend sembra comunque essere positivo e in forte crescita e probabilmente anche quanto accaduto a Fukushima, unito agli impegni presi dall’Ue e dalle organizzazioni internazionali nei confronti della lotta ai cambiamenti climatici, aiuterà questo settore a continuare la sua espansione e diffusione nei più diversi settori.

Eleonora Cresci

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook