Fotovoltaico: dal politecnico di Milano il centro per le Nanoscienze Cnst per studiare le celle solari del futuro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’Italia che ha detto no al nucleare aggiunge un altro nuovo, importante e concreto tassello verso lo sviluppo di tecnologie innovative, che permetteranno di ottenerecon più facilità e costi contenuti l’energia pulita e rinnovabile proveniente dal sole. Nel nuovo Centro per le Nanoscienze Cnst, inaugurato a Milano dal Politecnico, nato dalla partnership tra lo stesso Politecnico di Milano e l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), si studieranno le celle solari del futuro, ovvero celle fotovoltaiche di terza generazione, capaci di modificarsi adeguandosi ad ogni tipo di superficie e catturare la luce solare con i colori.

A studiare i nuovi dispositivi per l’energia solare del futuro saranno 53 ricercatori di altissimo livello, una decina dei quali provenienti dall’estero, da Paesi come Cuba, Cina, Pakistan, Inghilterra, Spagna, Grecia e Iran, che lavoreranno per ottenere sistemi innovativi che – con meno spese – riusciranno a catturare l’energia solare.

Le moderne celle al silicio hanno un costo di produzione medio di circa 2,5 euro perwatt di potenza. -ha detto il rettore del Politecnico milanese, Giovanni Azzone – Il nostro obiettivo è produrre celle, con un’efficienza energetica attorno al 7%, il cuicosto di produzione sia pari a 20-30 centesimi a watt“.

Per realizzare le celle del futuro, i ricercatori utilizzeranno anche materiali più economici (la plastica al posto del silicio, ad esempio) ma soprattutto le nanotecnologie per cavalcare la corrente del fotovoltaico organico.

Grazie alla partecipazione di privati come Omet, Pirelli, Saes Getters, Konarka, Industria e Innovazione e Tertium Technology, sarà possibile passare dallo studio alla pratica, dalla teoria allo sviluppo concreto.

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook