Fotovoltaico: dalla California il pannello solare biologico

pannelli_solari_bio

In California, si sa, il sole è una filosofia di vita, oltre che una fonte di ricchezza e benessere. Sarà per questo che l’ultima novità in campo di energia rinnovabile viene proprio da lì. A metterla a punto è la BioSolar Inc., azienda di Santa Clarita specializzata nel settore del fotovoltaico: si tratta del primo pannello solare biologico, una tecnologia all’avanguardia, che promette di ridurre il costo dei moduli e rendere il settore finalmente indipendente dal petrolio.

Sì perché il principale componente delle tradizionali celle fotovoltaiche rimane per ora la plastica, derivato appunto del petrolio, mentre le celle BioSolar fanno uso di materiali organici che garantiscono le stesse prestazioni. Il superstrato e il substrato delle celle, così come la superficie posteriore di supporto dell’intero modulo, sono infatti sostituiti con biocomposti estratti dalle piante. Una modifica che abbasserebbe il prezzo finale del prodotto, poiché i costi delle materie prime sono inferiori, e non risentono delle eventuali oscillazioni legate al mercato delle fonti fossili.

Se in passato tentativi di pannelli solari a base organica sono andati in fumo, data la fragilità delle strutture sperimentate e la bassa temperatura di attivazione, l’azienda californiana assicura che i suoi nuovi biocomposti hanno le stesse proprietà magnetiche, identica robustezza meccanica, uguale affidabilità e resistenza alle condizioni meteorologiche di un tradizionale modulo a base plastica.

module technology_imgtechnology_img11

Il problema a questo punto sarà capire quanti e quali di questi bio-based materials saranno necessari per la costruzione di un modulo, con quali metodi andranno coltivati, chi andrà a lavorarli e soprattutto dove?

Come insegna l’esperienza dei biocarburanti, si tratta di domande a cui è meglio rispondere in anticipo.

Roberto Zambon

Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
Coop

Le bottigliette d’acqua riciclate del Jova Beach Party diventano t-shirt sportive

Florena Fermented Skincare

Cosmetici naturali fermentati: cosa sono e perché sono così efficaci per la cura del viso

Caffè Vergnano

Regali di Natale: un’idea personalizzata e green per la persona che ami

Salugea

Come fare incetta di vitamina D in inverno per evitare una carenza

Seguici su Instagram
seguici su Facebook