e-QBO: il cubo fotovoltaico per avere energia ovunque

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un cubo rivestito di pannelli fotovoltaici porebbe presto fare capolino nelle piazze delle città italiane. Un sistema off-grid, in grado di accumulare energia elettrica e metterla a disposizione della collettività. Farà il suo debutto al World Future Energy Summit di Abu Dhabi in questi giorni il progetto piacentino e-QBO, il sistema in grado di accumulare energia grazie suo rivestimento fatto di pannelli fotovoltaici e restituirla sotto forma di servizi per usi privati e pubblici. Dall’illuminazione pubblica alla comunicazione audio e video, dalla ricarica di smartphone e tablet a quella dei veicoli elettrici.

Di che si tratta? Un vera e propria architettura intelligente ma soprattutto off -grid. Il sistema infatti è scollegato dalla rete elettrica nazionale. Il cubo, la cui pelle è costituita interamente da celle fotovoltaiche, non solo si autoalimenta ma grazie alle batterie di cui è dotato, accumula l’energia che metterà poi a disposizione di abitazioni private e servizi pubblici.

Installato nelle città, garantirebbe l’acquisizione interattiva e la restituzione dati, la connessione wi-fi ed energia gratuita e sempre disponibile per la ricarica di dispositivi elettronici e veicoli elettrici.

e-QBO è stato selezionato da ICE, l’Istituto per il Commercio estero per rappresentare l’Italia al Forum di Abu Dhabi. Sviluppato insieme alla società Rse del Gse, è un esempio di sistema energetico autosufficiente urbano. “e-QBOha spiegato l’architetto Romolo Stanco che lo ha ideato. – è un elemento polifunzionale che si ricarica di energia, un serbatoio utile per la cittadinanza. Per ricaricare cellulari, batterie, tablet. L’aspetto è contemporaneo, alieno. Si sposa sia con le architetture contemporanee che con quelle storiche”.

eqbo

Ecco il video che ne illustra il funzionamento.

Francesca Mancuso

Foto: e-qbo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook