Chiosco solare: il Politecnico di Milano porta in piazza l’autocostruzione e le rinnovabili

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Come si costruisce un forno solare? Ve lo siete mai chiesto? In questi giorni se siete a Milano potrete vederlo dal vivo all’interno del chiosco solare installato nel piazzale della stazione di Milano Nord Bovisa Politecnico.

Una piccola area dove chiunque potrà toccare con mano i prototipi e le tecnologie pulite che potrebbero aiutare a ridurre le emissioni inquinanti legate alla produzione alimentare.

Il progetto, realizzato dal Politecnico di Milano in collaborazione col Ministero dell’ambiente ed Expo Milano 2015, ha l’obiettivo di sensibilizzare sul modo in cui il cibo gioca la sua parte nei confronti dei cambiamenti climatici.

Da ieri 15 luglio fino a domani, il chiosco mostrerà in azione i macchinari che sfruttano l’energia pulita. Oggi è toccato all’autocostruzione di forni solari. Durante la dimostrazione sono state illustrate anche una serie di tecnologie solari destinate alla conservazione e la trasformazione di prodotti agroalimentari (pastorizzatori, macchina del ghiaccio, essiccatori e forni solari autocostruiti.

chioscosolarePoliMi1

Domani invece dalle 18 ci sarà un aperitivo seguito da un evento su carbon footprint del cibo “Come la produzione alimentare incide sui cambiamenti climatici”.

Tecnologie solari applicate ai prodotti agroalimentari, carbon footprint del cibo e infine cambiamenti climatici connessi alla sicurezza alimentare. C’è questo e molto altro.

Il chiosco sarà aperto dalle 8 alle 20 e vi si potrà trovare materiale informativo ma ancfhe installazioni, mostre, video su iniziative legate a cambiamenti climatici e alla sicurezza alimentare e alla carbon footprint del cibo.

Francesca Mancuso

Foto: Facebook

LEGGI anche:

SOLARKIOSK: IN ETIOPIA IL PRIMO CHIOSCO SOLARE AL MONDO

HELLO HUB: IL CHIOSCO FOTOVOLTAICO PER I BAMBINI CHE NON HANNO LE SCUOLE

ECOKIOSK: IL CHIOSCO A PANNELLI SOLARI PER VENDITORI AMBULANTI DAVVERO GREEN

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook