Campionato Solare 2011: ecco i comuni vincitori

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sebbene il sole sia una prerogativa del sud d’Italia, a vincere il Campionato Solare 2011 di Legambiente sono stati tre piccoli municipi del nord: Terento (BZ), Torre San Giorgio (CN) e Prato allo Stelvio (BZ), arrivati primi al traguardo della rivoluzione energetica data dal sole. Un fonte pulita, moderna e democratica, perché appartiene a tutti.

Nel comune di Terento, arrivato primo in classifica grazie ai suoi 186 impianti distribuiti tutti su tetti e coperture, il contributo del fotovoltaico copre al 100% i fabbisogni elettrici delle famiglie locali, grazie a 834 kW di impianti fotovoltaici installati e 1.800 mq di impianti termici che consentono di ridurre in modo consistente le bollette delle famiglie.

Al secondo posto troviamo Torre San Giorgio, dove sono stati impiantati 3,3 MW fotovoltaici, con una crescita di 2,6 MW solo nell’ultimo anno, e 1.556 mq di pannelli solari termici. Di questi 1.000 mq sono posizionati su un particolare impianto a parete verticale, che appartiene ad un’azienda e viene usato per l’essiccazione della biomassa.

Al terzo posto troviamo invece Prato allo Stelvio, con oltre 1.100 mq di pannelli solari termici e 5,6 MW di impianti fotovoltaici distribuiti su 99 impianti. Ma c’è di più: grazie al suo particolare sistema di impianti nella produzione ha raggiunto il 100% di energia rinnovabile.

Il solare è oggi il migliore investimento nel futuro. – ha commentato il responsabile Energia di Legambiente Edoardo ZanchiniUn cambiamento del modello energetico è infatti oggi possibile e a portata di mano, lo dimostrano i dati del GSE, per cui l’Italia ha superato i 10mila MW di fotovoltaico installato, ma ancora di più i Comuni vincitori del Campionato Solare. Perché in questi territori il contributo degli impianti termici e fotovoltaico ha già superato i fabbisogni delle famiglie, grazie anche ad attente politiche di risparmio energetico, che hanno permesso di spingere l’innovazione e aiutare in questa direzione cittadini, associazioni, imprese. In Italia, come nel resto d’Europa, le migliori esperienze sono infatti quelle dove gli Enti Locali hanno contribuito alla spinta delle energie pulite attraverso l’informazione dei cittadini, l’introduzione di regole semplici per i progetti, il coinvolgimento dei diversi attori imprenditoriali”.

Altri due premi sono andati al Comune di Padova, per il progetto di solarizzazione degli edifici comunali, e a quello di Vaiano (Po), per la realizzazione di un impianto fotovoltaico integrato in una ex discarica.

Ora non resta che attendere che la strada tracciata da queste virtuose realtà possa essere seguita da altri comuni. Soprattutto dai grandi capoluoghi di provincia.

Verdiana Amorosi

Leggi l’elenco di tutti i comuni vincitori qui

Scarica qui il rapporto completo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook