solar glass

Da molti è stato definito vetro solare. È il nuovo materiale, di cui avevamo già parlato, su cui sta lavorando la Oxford Photovoltaics, spin-off dell'Università di Oxford, che adesso ha ottenuto altri due milioni di sterline di finanziamenti per portare avanti il proprio avveniristico progetto.

Basterebbe infatti sostituire gli attuali materiali con il vetro solare nelle vetrate di palazzi e grattacieli per produrre una grossa quantità di energia. Le celle solari colorate e trasparenti di vetro potranno sostituire dunque quelle attualmente in uso non solo dando un bell'effetto visto che il materiale è colorato ma soprattutto potrebbero generare energia elettrica alle finestre.

Il nuovo contributo è stato fornito dalla MTI Partners. Grazie ad esso le nuove celle solari trasparenti potranno anticipare il loro debutto sul mercato con una versione economica, priva di materiali atossici e non corrosivi e personalizzabile. Le celle solari infatti potranno essere stampate direttamente sul vetro in una gamma di colori, ideali per l'uso in vetri e facciate.

E la spesa? Il finanziamento permetterà ai ricercatori inglesi di perfezionare le tecniche e di diminuire ancora di più il costo, che è tutt'altro che elevato.

"Mi sono chiesto, piuttosto che installare pannelli fotovoltaici, perché non rendere l'edificio stesso fotovoltaico?" ha detto Kevi Arthur, fondatore e amministratore delegato. "Se si decide di costruire un edificio in vetro, allora si è già deciso di pagare per il vetro. Se a questo costo si aggiunge un piccolo supplemento, pari a non più del 10% del costo della facciata" si otterrebbe una grossa produzione di energia elettrica con una spesa non troppo elevata.

Calcoli alla mano, dice Arthur che i vetri in genere costano tra 600 e 1.000 sterline al metro quadrato. Ciò significa che il nuovo trattamento potrebbe far aumentare di 60-100 sterline (al metro quadrato.) il costo per realizzare il vetro solare.

solar glass work

La tecnologia funziona con l'aggiunta di uno strato di celle solari trasparenti al massimo di tre micron al vetro convenzionale per trasformare circa il 12% dell'energia solare ricevuta in energia elettrica. La potenza può essere esportata inoltre alla rete elettrica nazionale o utilizzata per il fabbisogno dell'edificio.

"Entro certi limiti si può stampare ogni colore, ci sono una vasta gamma di coloranti, blu, verdi e rossi e così via, ma colori diversi hanno efficienze diverse: il nero è molto alto, il verde è piuttosto buono e il rosso è buono, ma il blu va meno bene ", ha detto Arthur.

C'è solo l'imbarazzo della scelta.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Fotovoltaico organico: l'Inghilterra ci crede (e investe)

- Solarwindow: pannelli fotovoltaici in "confezione spray" sui vetri delle finestre

- Fotovoltaico trasparente per produrre energia dalle finestre

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram