celle_solari_record

Celle solari con un'efficienza energetica da record. Sono state messe a punto da Alta e promettono di diminuire i costi del solare e renderli ancor più concorrenziali rispetto al mercato dei combustibili fossili.

Presentate in occasione della 37° IEEE Photovoltaic Specialist Conference a Seattle, in corso dal 19 al 24 giugno, le nuove celle hanno superato il record di efficienza, passando dal 26,4% al 27,6% alla fine dell'anno scorso, toccando recentemente il tetto del 28,2%, come ha verificato il National Renewable Energy Laboratory (NREL).

Secondo Eli Yablonovitch, co-fondatore di Alta e docente presso l'Università della California di Berkeley, proprio le stelle celle solari emettono la luce che poi a loro volta riassorbono per produrre l'energia. "Per massimizzare la tensione, avevamo bisogno del materiale per generare più fotoni all'interno della cella solare. L'emissione di luce è la chiave per l'aumento dell'efficienza", ha spiegato Yablonovitch attraverso un comunicato.

Per far sì che ciò avvenga e che le celle possano emettere la luce, occorrono però dei materiali specifici. Uno di essi, cui starebbe lavorando Alta, è l'arseniuro di gallio (GaAs), spesso usato nei dispositivi solari ad alto rendimento con diversi strati di semiconduttori, come quelli usati sui satelliti. Basterebbe una pellicola sottile (un micron) di questo materiale per aumentare il rendimento delle celle. La scelta è ricaduta su di esso perché è naturalmente più efficiente nella conversione della luce solare in energia elettrica rispetto al silicio e ad altri materiali.

Il Ceo di Alta, Christopher Norris, invece ha spiegato da cosa è nata l'idea: "Nel 2009, il nostro team è venuto da me con una timeline abbastanza aggressiva dedicata al migiloramento dell'efficienza delle celle solari”. Ma, chiaramente, c'erano dei limiti pratici da superare. Continua Norris: "Tuttavia, negli ultimi due anni, il team è riuscito a raggiungere il traguardo".

Spingendo i limiti delle celle solari oltre quelli raggiunti fino ad oggi, il prossimo step da raggiungere secondo il Ceo di Alta è il costo di un solo 1 dollaro per ogni watt installato. E noi auguriamo al suo team di riuscirci.

Francesca Mancuso

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram