g8_energia_a_romaIn queste ore si sta svolgendo a Roma il G8 Energia; per l'Italia partecipa il Ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola. All'ordine del giorno il confronto tra ministri dell'energia e rappresentanti delle maggiori imprese energetiche, e lo studio di modalità per evitare oscillazioni troppo forti del prezzo del petrolio e la scarsità di forniture nel momento in cui l'economia riprenderà a crescere.
Presenti non 8, ma i 23 paesi maggiormente coinvolti nella produzione e nel consumo di energia, 8 organizzazioni internazionali e le prime 20 aziende energetiche del mondo, si sta facendo strada una sorta di "prezzo  concordato" in una fascia tra i 60 ed i 70 dollari, che garantirebbe ritorni a tutti gli attori del mercato, incoraggiando comunque ricerca e sviluppo.
Il rischio all'orizzonte è che al termine della crisi il prezzo del petrolio riprenda a correre, creando nuove tensioni ed il conseguente rallentamento della ripresa globale. 
A margine del vertice una dichiarazione di Steven Chu, segretario di Stato USA all'Energia, che dimostra come gli USA abbiano effettivamente cambiato politica in campo energetico: "Abbiamo sviluppato abitudini che dobbiamo cambiare e le abbiamo sviluppate quando eravamo esportatori netti del petrolio. Oggi, l'efficienza energetica è una parte dello sviluppo sostenibile e duraturo."


monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram