In provincia di Novara il più grande parcheggio fotovoltaico del nord Italia

parcheggio_fotovoltaico

Sorgerà a 15 km da Novara, nel piccolo comune di Recetto, il più grande impianto fotovoltaico integrato sulle pensiline di un parcheggio del Nord Italia. Il paesino piemontese, 8 km2 per 900 abitanti circa, è conosciuto in tutto il mondo per le numerose competizioni di sci nautico che si svolgono ogni anno presso il Waterskirecetto (dove, tra l'altro, si allena la nazionale italiana).

E saranno proprio i 1.140 posti auto del centro sportivo, nei pressi del fiume Sesia, a essere “ricoperti” di moduli fotovoltaici, per una potenza totale di 2,8 MW. All'interno dei 48 mila metri quadrati dell'area, un'ex-cava per la costruzione della linea ferroviaria A/V Torino-Milano, l'impianto consentirà di produrre l'equivalente del fabbisogno energetico di 1.100 famiglie, con un taglio delle emissioni di Co2 di circa 1.700 tonnellate/anno.

Un risultato da record secondo solo al parcheggio fotovoltaico in Sardegna, che Antonio Tanace, assessore provinciale all'ambiente, commenta così: “la realizzazione di un'opera di questa portata in provincia di Novara è motivo di orgoglio e testimonia il profondo impegno dell’amministrazione provinciale verso lo sviluppo sostenibile del territorio e l’applicazione di nuove tecnologie in grado di migliorare la qualità di vita delle comunità locali ”. Soddisfatto anche il sindaco, Enrico Bertone, che ha spiegato i vantaggi dell'impianto in termini economici: “Il comune riceverà dalla società proprietaria dell’impianto energia per 3.200 MWh all’anno, atta a soddisfare il suo fabbisogno attuale e futuro; o, in alternativa, il suo controvalore in euro. Queste nuove entrate” ha concluso il sindaco “ci permetteranno di avere introiti stabili e programmare i futuri interventi pubblici”.

Numerosi gli enti pubblici e privati che hanno investito nell'impianto. NextPower Development, società controllata da NextEnergy Capital e specializzata nello sviluppo di iniziative nel campo delle energie rinnovabili, ha curato lo sviluppo del progetto, mentre gli sponsor dell’iniziativa sono stati mzSOL (89%) e NextEnergy Capital (11%). L’operazione è stata finanziata in project financing da Centrobanca, la Corporate e Investment Bank del Gruppo UBI Banca, con una linea di credito da circa 12 milioni di euro.

Entro il prossimo autunno l'impianto dovrebbe essere terminato per conto di TerniEnergia - società quotata sul segmento Standard di Borsa Italiana (TER.IM). A quel punto non resterà che affitare un paio di sci e aspettare che il sole faccia il resto.

Roberto Zambon


germinal bio

Germinal Bio

Germinal Bio contribuisce a rigenerare i boschi veneti colpiti dalla tromba d'aria

hcs320

Eivavie

Come depurare l'acqua del rubinetto con i filtri in ceramica

corsi pagamento
seguici su facebook