Aumenta l'occupazione nell'eolico

Uno degli assunti ricavati dai precedenti periodi di crisi economica, è che alcuni settori produttivi vengono spazzati via, alcuni sopravvivono, altri crescono. Ed assumono.

È il caso dell'eolico. La Ewea (European Wind Energy Association) , lobby del settore, ha commissionato uno studio occupazionale, con riferimento temporale 2000-2007, e corredato da previsioni per i prossimi anni.

Lo studio, dal nome “Vento al lavoro - energia eolica e creazione di posti lavoro nell'UE “, ha calcolato sia i posti di lavoro diretti, sia quelli creati per l'indotto. Al 2007 sono 108.600 i primi e 46.000 circa i secondi, con l'industria della produzione di turbine a farla da padrona, e Danimarca, Germania e Spagna i paesi con più occupati (75% del totale). Ma le previsioni parlano di 324.000 occupati fino al 2020, la cui crescita sarà soprattutto generata dai grandi Paesi europei ancora indietro: Italia, Francia, Gran Bretagna.

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram