Il generatore idroelettrico fai-da-te che porta l'energia alle comunita' rurali del Guatemala

generatore1

Un secchio da 20 litri, dei tubi in PVC, un alternatore a magneti permanenti, et voilà. È pronto il generatore idroelettrico fatto in casa. A idearlo è stato Sam Redfield del “Grupo de Desarrollo de Infraestructura Apropiada”. Il team ha ideato questo sistema a basso costo per la fornitura di energia elettrica alle case rurali che sorgono sulle rive dei fiumi, in Guatemala.

Una novità non da poco, se si considera che numerose comunità rurali del paese non hanno elettricità ma in compenso vivono a ridosso di un corso d'acqua. Perché allora non sfruttare questo vantaggio naturale per avere energia pulita?

Detto fatto. Assicurano gli ideatori che la performance è pari a quella di una diga idroelettrica, così come il funzionamento. Il flusso d'acqua fa muovere la turbina (fatta con gomiti PVC), che a sua volta trasmette potenza ad un generatore che la trasforma in energia elettrica.

Per questo progetto, oltre al generatore, è necessaria anche una batteria per immagazzinare energia, un regolatore di tensione ed un inverter che trasformi la corrente continua in corrente alternata.

generatore2

Il dispositivo creato in Guatemala genera circa 60W di potenza, non molta, ma utile ad esempio per caricare circa 10 telefoni cellulari contemporaneamente senza ridurre la carica della batteria. Il vantaggio è che avendo un dispositivo di flusso costante può funzionare per 24 ore consecutive.

Questo tipo di sistema di energia è chiamato piccolo idroelettrico. Esso consente l'uso di piccole fonti d'acqua e può fornire energia elettrica a molte famiglie rurali. Senza petrolio, né carbone.

QUI un pdf (in inglese) con le istruzioni per ricrearlo

Francesca Mancuso

Fonte e Foto: www.aidg.org

LEGGI anche:

- Il generatore elettrico che va a urina inventato da 4 ragazze africane

- Come costruire un generatore USB da bicicletta per ricaricare i vostri gadget pedalando