Emergenza in India, Nuova Delhi soffoca avvolta dallo smog. Sospesi i voli aerei per scarsa visibilità

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nuova Delhi, in India, è in piena emergenza sanitaria a causa dello smog, che sta letteralmente soffocando l’intera città. Le scuole sono state chiuse ed è stata limitata la circolazione delle automobili. Rallentamenti anche al trasporto aero, con voli deviati o sospesi a causa della scarsa visibilità.

Nuova Delhi sta morendo soffocata a causa dello smog. La situazione dell’inquinamento dell’aria nella città metropolitana indiana non è mai stata così critica, ci troviamo di fronte a una vera e propria emergenza sanitaria.

Non c’è dubbio, Nuova Delhi sta affrontando la più grande emergenza smog degli ultimi tre anni. Dopo ormai cinque giorni consecutivi avvolta dallo smog, la città si è trasformata in una camera a gas” – come ha sostenuto il governatore di Nuova Delhi Arvind Kejriwal. I numeri lo confermano,  l’Aqi (Air quality index), che misura il livello di inquinamento e la presenza di particelle velenose nell’aria, ha superato di gran lunga la sogna accettabile con quota 650 e punte di 708 in alcune zone della città.

In media la concentrazione di polveri sottili supera i 810 microgrammi per metro cubo. mentre l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) raccomanda di non superare la media giornaliera di 25.

Limiti alla circolazione, scuole chiuse e voli aerei deviati

Non è la prima volta che la capitale indiana, abitata da circa 20 milioni di persone, si trova a fare i conti con lo smog e l’inquinamento atmosferico a causa delle emissioni industriali e i gas di scarico delle automobili ma la situazione attuale è ormai insopportabile, tanto da richiedere l’intervento delle autorità locali e restrizioni alla circolazione delle vetture e degli aerei.

“C’è fumo ovunque e le persone, compresi giovani, bambini e anziani, trovano difficile respirare. Le restrizioni dovrebbero consentire di ridurre il traffico bloccando centinaia di migliaia di veicoli, ha dichiarato il governatore di Delhi, Arvind Kejriwal.

Dal 4 al 15 novembre  il traffico automobilistico sarà limitato grazie anche alle targhe alterne mentre i voli aerei, a causa della poca visibilità in fase di decollo e di atterraggio, sono stati deviati o sospesi. Per non aggravare la situazione climatica anche alcuni lavori pubblici, con possibili ricadute ambientali, sono stati interrotti e le scuole sono state chiuse. Si consiglia di restare chiusi in casa fino a che il livello di concentrazione di polveri sottili nell’aria non si abbasserà e si stabilizzerà.

Intanto lunedì 4 novembre la Corte Suprema ha lanciato un’invettiva contro il governo centrale e le autorità locali per la scarsa attenzione al problema e l’incapacità di coordinamento e di gestione dell’emergenza in atto, considerando le misure restrittive attuate solo palliativi di una situazione ambientale ben più grave.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Smart working: come scegliere il tuo gestore di energia ora che lavori da casa

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook