Smog: a Milano rientra il PM10. Da domani stop al blocco del traffico

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Per tre giorni consecutivi, nel capoluogo lombardo, i livelli delle polveri sottili PM10, registrati dalle tre centraline Arpa, si sono mantenuti sotto la soglia fissata dalla legge: ciò vuol dire che, al momento, la concentrazione di sostanze pericolose nell’aria è tornata entro i limiti tollerabili, ovvero 50 microgrammi per metro cubo. In particolare, i dati hanno riscontrato un taglio delle polveri dannose, registrando 15 mg/mc di Pm10 a Città Studi, 14 al Verziere e 11 in via Senato.

Lo stop alle auto più inquinanti e il blocco del traffico sul territorio comunale (benzina Euro 0, diesel Euro 1 e 2 senza fap, ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli a due tempi Euro 1 e, se a gasolio, Euro 0 e 1) resterà quindi attivo ancora per la sola giornata di oggi.

E così, passata la paura, rientrano le limitazioni fissate alla circolazione lo scorso 6 ottobre e di conseguenza torna il regolare traffico urbano.

Ancora una volta – per tenere sotto controllo il livello delle polveri sottili – si ricorre a cure palliative, che non migliorano affatto le condizioni di salute dei cittadini, né dell’aria che respirano, perché a breve ci ritroveremo di nuovo nella stessa situazione. Ci sarà un nuovo blocco. E così via.

Sono consapevole del bisogno di un coordinamento con la Provincia e con i Comuni almeno della prima cintura. – ha detto il sindaco di Milano -Giuliano Pisapia – Abbiamo tentato di farlo, forse in ritardo, e di questo mi scuso. Spero che possa partire subito un percorso condiviso – ha concluso il sindaco -. Sono consapevole che bisogna fare di più, e meglio”.

E c’è di più, perché nonostante il divieto, i milanesi che hanno comunque preso l’auto per percorrere le strade della città sono stati tanti: duecento vigili urbani, schierati in 70 posti di blocco, hanno fermato ben 3.787 vetture e staccato 882 verbali da 155 euro.

È possibile che qualcuno non conoscesse le regole – ha commentato l’assessore alla Sicurezza, Marco Granelli – ma nella maggior parte dei casi si è trattato di automobilisti che hanno cercato di muoversi nonostante il divieto”.

Se il blocco non è una soluzione per lo smog di Milano, di sicuro viene incontro alle esigenze di fare cassa del Comune.

Verdiana Amorosi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook