Rotaie Verdi: gli scali ferroviari dismessi diventano un’oasi verde a Milano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Milano sta prendendo forma un progetto per dare nuova vita agli scali ferroviari dismessi. Si tratta di Rotaie Verdi. L’idea è di creare un’oasi naturalistica connettendo le aree degli ex scali ferroviari di San Cristoforo, Porta Genova e Porta Romana.

Si parla già di un grande parco grazie a cui dare una nuova anima verde alla città, seguendo l’esempio di New York. Il progetto per la nuova oasi ambientale di Milano è stato elaborato dal WWF in collaborazione con il Comune di Milano, con la Rete Ferroviaria Italiana e con la Cooperativa Eliante.

Lo scopo del progetto pilota Rotaie Verdi è di realizzare uno studio di fattibilità per creare un parco utilizzando le fasce di rispetto dei binari ferroviari in attività da connettere con le oasi urbane che nasceranno negli scali ferroviari in dismissione.

L’idea è di connettere con un’infrastruttura ecologica le zone rurali a sud ovest e a est della metropoli milanese. Esperienze simili sono già state realizzate con successo a New York, a Londra e a Parigi.

Rotaie Verdi vuole portare in città un nuovo concetto di parco urbano, caratterizzato da un “verde selvatico”, libero di crescere, morire e trasformarsi, rimanendo però fruibile i cittadini di Milano.

Leggi anche: VECCHIE STAZIONI FS IN CONCESSIONE GRATUITA IN CAMBIO DI MANUTENZIONE E ATTIVITÀ CULTURALI

In questo modo Milano potrà avere un parco lineare dove a fianco del verde pubblico a disposizione dei cittadini possa convivere una natura più selvaggia, libera di crescere, morire e trasformarsi liberamente.

Leggi anche: A TORINO NUOVE PISTE CICLABILI DAI BINARI DELLE VECCHIE FERROVIE ABBANDONATE

rotaie verdi 1

rotaie verdi 2

rotaie verdi 3

rotaie verdi 4
rotaie verdi 5
rotaie verdi 6

Secondi il progetto, a fianco al corridoio ecologico ci saranno aree pienamente fruibili a tutti i cittadini ricavate negli scali dismessi per recuperare strutture che ora come ora si trovano in un vero e proprio stato di abbandono.

Leggi anche: FERROVIE ABBANDONATE, NON DIMENTICHIAMOLE: UN PROGETTO PARTECIPATIVO PER VALORIZZARLE E TUTELARLE (FOTO)

Speriamo davvero in una Milano più verde dove il grigiore possa essere ravvivato dalla natura e dove le aree abbandonate si possano finalmente recuperare dando spazio alle piante. Qui tutte le info sul progetto Rotaie Verdi.

Marta Albè

Fonte foto: Eliante

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook